Tommasi: “Razzismo? Spettacolo rovinato da pochi incivili”

di Redazione, @forzaroma

«Gli ululati razzisti nel derby? È sempre la solita storia: per la maleducazione di pochi ne pagano le conseguenze tutti. Fermare la partita?

Bisogna capire se sia giusto fermare uno spettacolo a discapito di tutti o se sia meglio colpire quei pochi che si comportano in modo incivile». Lo ha detto Damiano Tommasi, presidente dell’assocalciatori, commentando gli insulti razzisti dei tifosi della Lazio a Juan durante il derby dell’olimpico. «Sicuramente -ha aggiunto a margine del seminario sulla legalità nello sport presso la scuola superiore di polizia- la presa di posizione da parte dei calciatori è stata chiara come sempre. La solidarietà della categoria è sempre all’altezza della situazione. Per combattere il fenomeno del razzismo bisogna fare ancora più squadra, non solo negli ambienti calcistici ma anche in quelli politici come Figc e Lega». Parlando del derby vinto dalla Lazio, Tommasi ha sottolineato che «è stata una partita segnata subito dall’episodio del rigore. La Roma ha tenuto testa alla Lazio come nel derby d’andata anche in inferiorità numerica, poi ha vinto la squadra che ha spinto di più». E sulla regola che prevede il rigore e l’espulsione del giocatore che ferma con un fallo una occasione da gol, Tommasi ha affermato: «Si parla da tempo dell’ipotesi di cambiarla, ma finchè esiste la norma va applicata».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy