Testa a testa Roma-Viktoria Plzen: Alisson-Kozacik, Fazio-Hejda, Dzeko-Zeman

Con una vittoria la Roma porterebbe a casa la qualificazione e il primo posto nel girone con un turno di anticipo

di Niccolò Mastrapasqua

La sconfitta di Bergamo ha lasciato l’amaro in bocca per come è maturata e impedisce alla Roma di poter sottovalutare l’impegno di questa sera con il Plzen. Dopo un primo tempo dominato e tante, troppe palle gol sprecate, la Roma è evaporata nella seconda frazione ed è stata schiacciata dalla squadra di Gasperini che ha meritatamente conquistato i tre punti. Stasera però, in un Olimpico al solito deserto, i giallorossi potrebbero brindare a qualificazione e primo posto del girone. Per farlo serve battere i cechi, capaci di fermare la squadra di Spalletti all’andata con uno scialbo uno ad uno ma stasera sarà tutta un altra storia data la voglia di rivincita che i giallorossi metteranno in campo. Padroni degli spalti dell’Olimpico saranno i numerosi tifosi del Plzen, giunti a Roma per sperare ancora nella qualificazione. Agli ospiti servono i tre punti per abbandonare l’ultimo posto in un girone che sulla carta li vedeva come secondi favoriti dietro i giallorossi.

Alisson-Kozacik: lo strano destino del portiere brasiliano è giocare titolare in una delle nazionali più forti del mondo e fare la riserva al’Al Roma. Nell’ultima sfida contro l’Argentina, secco 3-0 per i verdeoro, il portierone giallorosso ha messo in mostra le sue enormi qualità con due grandi parate su Messi e compagni. L’Europa League è la sua coppa e come i tifosi non vede l’ora di entrare nel vivo della competizione. Il futuro è suo. Il portiere di Viktoria e nazionale slovacca è un colosso molto abile tra i pali. È uno dei calciatori più esperti dei cechi e stasera avrà il suo bel da fare contro l’attacco della Roma.

Fazio-Hejda: l’ex Siviglia si sta prendendo una bella rivincita verso chi, al suo arrivo, aveva sbeffeggiato la dirigenza per la scelta di acquistarlo. È numeri alla mano il nuovo acquisto con il rendimento più alto e si è integrato perfettamente con Manolas. La velocità non è il suo forte ma il senso di posizione e la tecnica non lasciano per nulla a desiderare. Può fare le fortune della Roma quasi a costo zero. Acquisto decisivo. Il difensore del Plzen è alto 1.90 e fa del gioco aereo la sua dote principale. Le velocissime ali giallorosse possono metterlo in seria difficoltà.

Dzeko-Zeman: in fondo sapevamo che non avrebbe potuto segnare in ogni partita ma già da domenica i mugugni sul bosniaco stanno riprendendo quota in modo preoccupante. In realtà, pur senza andare in gol, il nove romanista è senza dubbio più vivo rispetto alla scorsa stagione e cerca di dare aria al gioco della Roma venendo a metà campo per conquistare il pallone e servire i compagni. Stasera serve un suo gol per far sparire i fantasmi del passato. Zeman è un esterno veloce e siccome i giallorossi sono riusciti nell’impresa di subire cinque gol dall’Austria Vienna in due partite non va preso sottogamba. Può dare fastidio in contropiede.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy