Testa a testa Austria Vienna-Roma: Alisson-Hadzikic, De Rossi-Venuto, Perotti-Kayode

Partita chiave dopo i passi falsi a Plzen e nell’andata contro gli austriaci. Tanti problemi di formazione per la Roma che però potrà contare su circa 2000 tifosi al seguito

di Niccolò Mastrapasqua

Dopo il deludente pareggio di Empoli la Roma vola in Austria per cercare una vittoria importante in chiave qualificazione. Tanti i tifosi giallorossi al seguito e altrettanti problemi di formazione per Spalletti, costretto ad affrontare un’insolita emergenza difensiva con Florenzi, Mario Rui, Emerson Palmieri e Manolas certamente out. Come confermato dal tecnico, però, la Roma cerca i tre punti nonostante le defezioni e ha tutte le armi per poterli conquistare.

Alisson-Hadzikic: la porta giallorossa continua a vedere questa alternanza tra campionato ed Europa League e il portiere brasiliano si sta facendo trovare pronto nonostante le poche partite giocate fino ad ora. L’impressione è che gli manchi la continuità per mettere totalmente in evidenza le sue potenzialità ma per ora dovrà accontentarsi di giocare le sfide europee dato che Szczesny ha blindato la porta giallorossa in Serie A. Le sfide ad eliminazione diretta dopo il girone saranno certamente più affascinanti e l’estremo difensore della nazionale brasiliana troverà pane per i suoi denti. Il giovane portiere degli austriaci ha buone potenzialità, soprattutto per quanto riguarda la reattività tra i pali. Stasera avrà il suo bel da fare perché la Roma spingerà per portare a casa i tre punti.

De Rossi-Venuto: il secondo capitano della Roma è tornato il tuttofare che Spalletti aveva conosciuto nella prima esperienza romana. Tra i migliori per rendimento in questo primo scorcio di stagione, il centrocampista azzurro dovrà giocare in difesa per ovviare alle tante assenze e dovrà guidare una retroguardia spesso non irreprensibile. La prova di Empoli ha si messo in luce una difesa che ha saputo non prendere gol ma anche un attacco stranamente sterile. Stasera sarà tutt’altra musica e De Rossi è chiamato ad una prova da capitano. Venuto è un’ala brasiliana veloce e tecnica. Date le pesanti defezioni in casa Roma potrebbe mettere in difficoltà i giallorossi con i suoi inserimenti. Avversario insidioso per i difensori capitolini.

Perotti-Kayode: ad Empoli Spalletti ha potuto riabbracciare l’ex attaccante del Genoa dopo un fastidioso infortunio che lo aveva costretto ai box. Subentrato forse troppo tardi contro i toscani ha spaccato la partita, saltando regolarmente l’uomo e creando pericoli non indifferenti nell’area avversaria. La difesa degli austriaci fa acqua da tutte le parti e questa sembra la serata giusta per tornare al gol. È la sua partita. L’attaccante dei viola vive di velocità e quindi, per caratteristiche, è un giocatore ostico per la difesa della Roma che oggi sarà guidata da un giocatore, De Rossi, che non fa della rapidità la sua arma migliore. Può far male se non contenuto a dovere.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy