Tentata truffa As Roma, via accertamenti su altri 'scontenti'

di Redazione, @forzaroma

(Ansa) – Comincia domani una settimana cruciale per delineare il quadro della presunta truffa ordita, secondo l’ipotesi di lavoro della procura, ai danni del direttore generale della Roma Franco Baldini e del consigliere di amministrazione Mauro Baldissoni.

Gli inquirenti ritengono che l’episodio attribuito al giornalista Roberto Renga, al figlio Francesco ed ai conduttori radiofonici Mario Corsi e Giuseppe Lo Monaco, tutti indagati, sia circoscritto. Rimane da stabilire se al disegno finalizzato, sempre per gli inquirenti, a screditare Baldini e Baldissoni abbiano preso parte altre persone. I quattro indagati sono ritenuti personaggi legati saldamente alla vecchia gestione del sodalizio giallorosso, quella segnata dalla famiglia Sensi, ma non altrettanto alla nuova proprieta’. Per questo motivo sono considerati alla stregua degli ‘scontenti’. Ed ora gli accertamenti del reggente della procura Giancarlo Capaldo e del sostituto Paola Filippi, partiti sulla base di un esposto presentato dalla Roma, puntano ad accertare se allo stesso ‘disegno criminoso’ abbiano preso parte altri ‘scontenti’. Non e’ escluso che gia’ in settimana sia stilato un calendario di convocazioni degli indagati.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy