‘Szczesny Show’, Ruediger: “Il mio ruolo preferito è a sinistra nella difesa a 3” – VIDEO

Il tedesco è stato il quinto ed ultimo ospite del programma condotto dal portiere polacco

di Redazione, @forzaroma

Quinta e ultima puntata del ‘The Szczesny Show’, format lanciato da Roma Tv dove il portiere polacco ha intervistato alcuni compagni in un tono scherzoso, chiacchierando di curiosità e aneddoti. Dopo la puntata di Dzeko, l’ospite del giorno è stato Ruediger:

Bentornati allo show, oggi abbiamo addirittura Antonio Rüdiger. Benvenuto allo show.
Grazie..

Non sembri molto contento di essere qua…
Ma no.

Infatti non sei contento, avresti preferito riposare!
Ma no, sono contento di essere qua.

Bene, immagino sia un onore per te essere qui.
Certo, perché sono in compagnia di uno dei migliori portieri di sempre.

Esatto! Toni, tu sai che mi suggeriscono sempre con le domande da fare, ma inizio subito con quella più importante, perché nell’ultima puntata c’era qui Dzeko e gli ho fatto una domanda che credevo fosse semplice a cui rispondere e abbiamo discusso animatamente sulla risposta. È stato più forte Shevchenko o Henry. E so che anche tu sei un fan dell’Arsenal, quindi dobbiamo dirglielo a Dzeko.
Credo che Thierry Henry sia stato più forte di Shevchenko.

Quanto più forte? Non basta dire che lo è stato, quanto è stato più forte?
Direi tanto così (allarga le braccia).

Quindi mandiamo un messaggio a Dzeko, lì c’è la telecamera…
Davvero Dzeko, non ne capisci di calcio ma continua a segnare che va bene così.

E impara da Henry giusto? Non tanto da Shevchenko. Ok parliamo del ballo. Credi di essere il miglior ballerino della squadra?
Della squadra? Certo, al 100%

Chi ti si avvicina di più?
Manolas (ride).

Non l’ho mai visto ballare. Pensi che qualcuno possa vedersela con te?
In questa squadra?

Nessuno dei brasiliani?
No.

Bruno Peres?
No.

Mostraci quello che sai fare!
Cosa vuoi che ti mostri?

Quello che sai fare, mostraci qualcosa di simpatico, qualcosa di africano magari.
Mi piace la Dougie dance, la conosci? Fa così (e mostra il ballo).

Hai giocato in diverse posizioni alla Roma, qual è la tua preferita?
Difensore centrale. In importa se a 3 o a 2, destra o sinistra. L’anno scorso ho giocato a 2 sulla sinistra. Quest’anno a 3 sulla destra e sulla sinistra, non importa dove.

Se dovessi scegliere il tuo ruolo in una finale di Champions, dove ti metteresti?
Centrale a sinistra nella difesa a 3.

Lo preferisco anche io, a 2 sei davvero scarso…
(Ride)

Sei un ragazzo positivo, piangi mai?
Sono una persona positiva, ma a volte tendo al negativo.

Quando è stata l’ultima volta che sei stato negativo?
Quando ho preso il primo cartellino rosso, ma non dobbiamo ingigantire la cosa, va bene così…

Quindi ogni tanto piangi?
Chi? Io? No! Onestamente non mi ricordo l’ultima volta che ho pianto, non ho davvero nessun motivo per piangere.

Quindi non ti commuovi neanche quando vedi degli animali carini?
No (ride)

Ora la musica negli spogliatoi la scelgono i brasiliani (“Gli argentini. Sceglie Paredes” lo corregge Ruediger). Tu che musica sceglieresti?
Non metterei canzone tedesche, assolutamente. Paredes mette per lo più reggaeton e non è male, mi piacciono le sue scelte. A volte sono troppo lente, prima delle partite dovresti…

Dimmi 3 canzoni che tu metteresti.
1 on 1 di Tyga. Poi, Soweto Baby di Wizkid. E’ dancehall africana. Poi non so, mi piacciono tanti generi.

Mandy Capristo? Ops, mi sa che sono nei guai per averla nominata.
(Ride) E’ un’amica.

Rudi Voeller è il miglior giocatore tedesco ad aver mai giocato con la Roma. Che devi fare per superarlo? Segnare 100 gol forse…
Non lo so, siamo due giocatori diversi. Rispetto quello che ha fato per questo club e io non devo essere per forza al centro dei riflettori, va bene così.

Vincere lo scudetto aiuterebbe.
Assolutamente.

Preferiresti fare a botte con Manolas o Fazio? Credo sia una domanda facile.
Manolas.

Era facile la risposta. Hai paura di Fazio?
Non avrei paura.

Tu sei pazzo, ma tutti avrebbero paura di fare a botte con Fazio. Manolas farebbe… (mima il gesto della schicchera con una pernacchia).
Sono due ragazzi forti, è normale. La paura passa in secondo piano però in quel momento, arriva dopo. Succede quello che deve succedere.

Quindi non hai in programma di picchiarli.
No no

Con Manolas puoi anche dire “Ehi Manolas siamo sopra 3-0”, ma lui comunque farebbe vedere che gli fa male qualcosa.
(Ride)

Manolas o Spalletti: con chi faresti a botte?
Spalletti.

Faresti a botte con il Mister?
Perché no (“Io avrei paura, meglio Manolas” ribatte Szczesny).

Chiudiamo l’intervista con quello che vorrebbe picchiare il mister. Basta parole, passiamo alle vie di fatto.
Non mettermi nei guai (ride)

Vuoi fare un appello per convincere Totti a venire? L’abbiamo promesso ai fans.
Totti, non so se mi capisci (l’intervista è in inglese ndr), perché il tuo inglese non è dei migliori. “Totti-bro”, perfavore vieni qua.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy