Stekelenburg e Castàn sempre in campo. Osvaldo bomber stagionale, Totti re degli assist

di Redazione, @forzaroma

(di Alessio Nardo) La Serie A si concede una piccola pausa per dar spazio alle nazionali, ed è tempo di primi bilanci. La Roma di Zdenek Zeman chiude questo primo scorcio di campionato al quinto posto in classifica a quota 11 punti (in compagnia di Fiorentina e Catania), frutto di tre vittorie (compreso il 3-0 a tavolino di Cagliari), due pareggi e due sconfitte.

 

Escludendo dai nostri discorsi statistici il match “fantasma” con i sardi, troviamo una differenza reti pari a zero. Undici i gol fatti, altrettanti quelli subiti. Equa la distribuzione di reti realizzate tra primo (cinque) e secondo tempo (sei). Fin qui, la Roma ha messo a segno ben dieci gol su azione e solo uno su calcio piazzato (il calcio di rigore di Osvaldo allo Juventus Stadium). Due i centri di testa, entrambi realizzati da Alessandro Florenzi (all’Inter e al Bologna). Più o meno simili i dati relativi ai gol subiti. Cinque nel primo tempo, sei nella ripresa, nove su azione e due su calcio da fermo (entrambi con la Juve, la punizione iniziale di Pirlo e il penalty di Vidal). Solo una rete di testa incassata, il provvisorio 1-2 di Gilardino in Roma-Bologna. I giallorossi, in queste prime sei gare ufficiali dell’anno, sono sempre andati in gol, conservando la porta imbattuta solo con l’Atalanta (2-0).

 

Relativamente al minutaggio, gli unici due elementi utilizzati “a tempo pieno” sono Maarten Stekelenburg e Leandro Castàn, ininterrottamente in campo dal 1′ di Roma-Catania (26 agosto) al 93′ di Roma-Atalanta (7 ottobre). Al terzo posto si piazza Francesco Totti con 508′ disputati, seguito da Alessandro Florenzi (463′). Fuori dai primi dieci Pablo Daniel Osvaldo (269′), vittima anche di un turno di squalifica (unico romanista ad esser stato espulso in quest’inizio di stagione, il 2 settembre a Milano), e Daniele De Rossi (238′). Gli ultimi tre della lista, tra i calciatori impiegati da Zeman, sono Miralem Pjanic (141′), Simone Perrotta (44′) e Nico Lopez (26′). Ancora in attesa di debuttare in campionato i portieri di riserva Goicoechea e Lobont, il giovane difensore Romagnoli, il brasiliano Dodò e l’ivoriano Tallo.

 

Sono sette i giocatori fin qui andati a segno per la Roma. In vetta alla classifica, nonostante lo scarso minutaggio e le sole tre presenze, c’è Osvaldo a quota tre gol (punite, nell’ordine, Catania, Inter e Juventus). A due troviamo Florenzi ed Erik Lamela. Fermi ad uno Nico Lopez, Marquinho, Michael Bradley e Francesco Totti. Il Capitano primeggia nella graduatoria degli assist-men giallorossi, a quota tre (i due gioielli di San Siro per Florenzi e Osvaldo ed il cucchiaino per Lamela con l’Atalanta).

 

MINUTAGGIO GIOCATORI
540′ STEKELENBURG (6 presenze, -11 gol)
540′ CASTAN (6 presenze)
508′ TOTTI (6 presenze, 1 gol)
463‘ FLORENZI (6 presenze, 2 gol)
450′ BURDISSO (5 presenze)
450′ BALZARETTI (6 presenze)
431′ LAMELA (6 presenze, 2 gol)
397‘ TACHTSIDIS (5 presenze)
367′ DESTRO (5 presenze)
344′ PIRIS (4 presenze)
269′ OSVALDO (3 presenze, 3 gol)
238′ DE ROSSI (4 presenze)
214′ TADDEI (3 presenze)
193‘ MARQUINHO (5 presenze, 1 gol)
162′ MARQUINHOS (3 presenze)
162‘ BRADLEY (2 presenze, 1 gol)
141′ PJANIC (2 presenze)
44′ PERROTTA (2 presenze)
26′ LOPEZ (2 presenze, 1 gol)

 

CLASSIFICA MARCATORI STAGIONALI
3.Osvaldo
2.Florenzi
2.Lamela
1.Lopez
1.Marquinho
1.Totti
1.Bradley

 

CLASSIFICA ASSIST-MEN
3.Totti
1.De Rossi
1.Bradley
1.Osvaldo
1.Florenzi

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy