Stadio Roma, deputati Sel: “Si sfrutta la passione per il calcio per speculare”

I deputati Filiberto Zaratti e Celeste Costantino nell’interrogazione sulla costruzione del nuovo stadio della AS Roma hanno dichiarato: “Il governo è a conoscenza delle criticità che andrebbero ad influire sulla città di Roma?”

di Redazione, @forzaroma

“Il governo è a conoscenza della proposta per la realizzazione del nuovo stadio della Roma Calcio nell’area di Tor di Valle, presentata dalla Eurnova S.r.l., e delle ricadute sul sistema idrogeologico ed ambientale del territorio e del peso urbanistico che l’intervento determinerebbe sul tessuto urbano e infrastrutturale della città di Roma?”. È quanto chiesto ai Ministri dell’Ambiente e Infrastrutture e Trasporti dai deputati di Sel Filiberto Zaratti e Celeste Costantino nell’interrogazione sulla costruzione del nuovo stadio della AS Roma depositata oggi alla Camera.

“Al progetto del nuovo stadio della Roma – spiegano Zaratti e Costantino – sono connesse cubature per circa 1 milione di mc di nuova edificazione da destinare a uffici, alberghi e centri commerciali. Insediamenti dal forte impatto ambientale e sulla mobilità di quel quadrante della città. Si tratta-  proseguono i deputati di Sel- di una nuova centralità urbana dal forte peso urbanistico, in deroga al Piano Regolatore Generale di Roma Capitale, con elevato consumo di suolo. La netta sensazione è che si stia sfruttando la passione per uno sport popolare come il calcio, per realizzare una speculazione immobiliare che altrimenti non sarebbe stata possibile”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy