Stadio della Roma, progetto definitivo entro il 15 giugno. Totti si prepara per il Napoli

Marino assicura: “La società si è impegnata a consegnare entro il 15 giugno l’intero progetto con stadio, infrastrutture e gli altri edifici”. Domani, anche se senza 14 nazionali, inizia la preparazione in vista del Napoli

di Guendalina Galdi, @Guend4lina_G

Mark Pannes, CEO dello Stadio della Roma, oggi ha incontrato il sindaco della Capitale Ignazio Marino per riferire dell’iter del progetto del nuovo impianto di proprietà della società giallorossa che sorgerà nell’area di Tor di Valle. Un incontro, definito dallo stesso CEO, “eccellente” e “molto costruttivo”. “La giornata di oggi? E’ andata benissimo”, il commento ai microfoni di Roma Tv di Pannes che ha proseguito: “C’è una collaborazione in atto molto proficua con la città di Roma. Sempre utile tenere al corrente il comune, il sindaco Marino e l’assessore Caudo. Questo ci consente di avere un riscontro diretto dalla città”. Città di Roma che trarrà non pochi benefici da quest’opera, sia in fase di costruzione (il sindaco più volte ha ribadito che porterà intorno ai tremila nuovi posti di lavoro) sia una volta completato. “Come sempre – ha proseguito Pannes ancora riguardo del vertice con le istituzioni capitoline – è stata una conversazione molto diretta e molto chiara, che dimostra come siamo partner in questo progetto. Abbiamo lavorato al dossier definitivo per molto tempo e stiamo continuando a lavorare a questo progetto, che è molto complesso”. Tanto imponente quanto complesso dunque, ma nulla di nuovo per chi sta lavorando a questo progetto, come ha ammesso ancora il CEO di Stadio della Roma:

“Noi ci aspettavamo che la situazione fosse così; non è come costruire un solo palazzo, stiamo costruendo un ecosistema per la città di Roma che include uno stadio, un distretto per l’intrattenimento, un business park, infrastrutture pubbliche e trasporti. Cerchiamo di fare tutto in maniera rigorosa, con i migliori standard di sicurezza e nel completo rispetto dell’ambiente. Sapevamo questo sin dall’inizio e stiamo continuando a lavorare in questa direzione”. Pannes ha ribadito che l’iter prosegue e che si stanno rispettando i tempi stabiliti, nonostante i problemi incontrati,

“ambientali, idrogeologici, l’impatto che può avere sull’area e la sicurezza” ha elencato Pannes, e certamente la burocrazia che rischia di rendere meno fluido il passaggio alla fase realizzativa del progetto. “Sono argomenti complessi e ci vuole tempo per risolverli – ha analizzato il CEO – Se parlate con chiunque si occupi di temi architettonici e di costruzione e gli domandate quanto sia articolato questo processo e quanto esso richieda tempo, vi confermerà che ci stiamo muovendo molto rapidamente e che stiamo assolutamente rispettando la tabella di marcia per iniziare i lavori di posa della prima pietra nel 2015″. Il che significa, stando a quanto riferito da Pannes: inizio lavori entro l’anno ed opera pronta nel 2017.

La società si è impegnata a consegnare entro il 15 giugno l’intero progetto comprendente lo stadio, le infrastrutture necessarie e gli altri edifici”. Così il sindaco di Roma Marino al termine dell’incontro in Campidoglio. “Si è trattato di un incontro positivo e proficuo – ha proseguito il primo cittadino – Aspettiamo gli sviluppi di questo lavoro complesso e importante che deve concludersi nei tempi e nei modi concordati, nell’interesse della città”.

 

TOTTI VUOLE IL NAPOLI – Il campionato per la Roma riprenderà, dopo la pausa Nazionali, con la sfida contro il Napoli. Tra due sabati sarà di scena all’Olimpico la sfida tra i giallorossi ed i partenopei, investiti da una crisi di risultati che li ha fatti scivolare in quinta posizione dietro a Lazio (terza) e Sampdoria (quarta). Senza quattordici nazionali, Garcia domani inizierà con il gruppo rimasto a Trigoria la preparazione in vista di questo impegno di campionato, che aprirà il mese di aprile, con una doppia seduta. Oggi però nel centro tecnico c’era Francesco Totti ad allenarsi per recuperare dall’infortunio che gli ha negato la trasferta di Cesena. Garcia non ha portato in Romagna il capitano per il problema alla coscia destra, l’ha “risparmiato” perchè il campionato non finiva a Cesena, ci sono altre dieci battaglie per consolidare il secondo posto. E sarà certamente necessario respingere i tentativi di risalita degli uomini di Benitez nello scontro diretto. Totti punta a tornare dal primo minuto contro gli azzurri e per farlo conta di ricominciare ad allenarsi insieme al resto dei compagni, lasciando dunque le sedute di fisioterapia, la prossima settimana quando torneranno dalle rispettive nazionali diversi altri elementi della prima squadra.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy