Stadio Roma, progetto ancora attivo: per l’annullamento accordo con Eurnova o parola al giudice

I Friedkin hanno comunicato di non voler andare avanti con la realizzazione dell’impianto proposto da Pallotta, ma non basta per voltare pagina

di Redazione, @forzaroma

Il Comune non cancellerà (per ora) il progetto Stadio della Roma di Tor di Valle. La richiesta della società giallorossa non potrà essere accolta. La notizia, non ancora ufficiale, filtra dai corridoi dei tecnici comunali dell’Avvocatura, del Segretariato generale e del Dipartimento Urbanistica.

La Roma non è formalmente la proponente del progetto quindi non può chiederne l’annullamento che, semmai, dovrebbe essere chiesto dalla Eurnova di Luca Parnasi. Nell’incontro di ieri al Campidoglio, la Roma aveva spiegato nuovamente le motivazioni alla base della decisione di abbandonare il progetto Tor di Valle e il Campidoglio aveva preso atto delle delucidazioni fornite, riservandosi una compiuta valutazione. La decisione della Roma di cancellare l’accordo con Eurnova che faceva dei giallorossi la “società sportive utilizzatrice in via prevalente” dell’impianto è contestata nella sua validità da Eurnova. Quindi, ragionano in Comune, o i due partner si accordano oppure servirà la decisione di un giudice.

Gli uffici comunali si stanno anche interrogando circa il tipo di atto da adottare qualora si giungesse all’annullamento del progetto: nuova delibera di Consiglio comunale, nuova delibera di Giunta o un atto amministrativo interno.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy