Stadio Roma, De Vito: “A breve la relazione del Politecnico. Speriamo le procedure si chiudano presto”

Parla il presidente dell’Assemblea Capitolina: “La speranza è che la relazione fughi in maniera definitiva qualsiasi dubbio sull’impatto sulla sostenibilità sulla mobilità dell’opera”

di Redazione, @forzaroma

In attesa della relazione del Politecnico di Torino sulla mobilità, lo stadio della Roma torna al centro dell’attenzione. Marcello De Vito, presidente dell’Assemblea Capitolina è stato intercettato dai microfoni di Radio Radio per parlare dell’impianto di Tor di Valle e non solo. Ecco le sue dichiarazioni: “A stretto giro avremo questa relazione da parte del Politecnico che speriamo che fughi in maniera definitiva qualsiasi dubbio sull’impatto sulla sostenibilità sulla mobilità dell’opera. Dopo di che ci auguriamo di dar corso all’ultimo atto che peraltro è il completamento della procedura di dichiarazione di pubblico interesse che già facemmo con una precedente delibera, con la quale noi pensiamo di aver migliorato il progetto che abbiamo ereditato in corsa, riducendo in maniera importante l’impatto che avrà sul territorio con un abbattimento di circa la metà dei metri cubi, e soprattutto quello che verrà costruito sarà fatto in maniera davvero sostenibile con opere importanti per la città penso ad esempio all’intervento del Fosso di Vallerano, quindi in una zona che notoriamente si allaga. Speriamo che questo possa davvero chiudersi in tempi rapidi”.

Un commento anche sullo stadio Flaminio: “Questa amministrazione ha a cuore i principi, i valori e il tema della rigenerazione e della riqualificazione urbana. Sicuramente abbiamo due ferite aperte sotto il profilo sportivo da questo punto di vista: che sono una quella dello Stadio Flaminio che purtroppo versa in queste condizioni per anni e anni di abbandono e un’altra quella di campo Testaccio. L’assessore Frongia sta lavorando su entrambi i dossier, come ha detto anche il presidente del Coni Malagò è stata avviata un’interlocuzione. Noi speriamo in un risultato positivo con il recupero di questo impianto che peraltro è bellissimo, un fiore all’occhiello della nostra città, stesso dicasi per campo Testaccio per quanto attiene la Storia sportiva di Roma“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy