Stadio Roma, Civita: “L’obiettivo è chiudere entro la fine della legislatura. Occasione preziosa”

Parla l’assessore regionale: “La realizzazione del Ponte di Traiano, opera integrante del vecchio progetto, può aiutare a smistare il traffico, che altrimenti avrebbe come unico sfogo il Gra o Viale Marconi/Cristoforo Colombo”

di Redazione, @forzaroma

In attesa della seconda seduta della Conferenza dei Servizi, Michele Civita, assessore alla Mobilità della Regione Lazio, è tornato a parlare del futuro stadio della Roma in un’intervista rilasciata sulle pagine de “Il Romanista”. Ecco uno stralcio delle sue dichiarazioni: “L’attuale Conferenza sta studiando un progetto che già conosce da tempo e oggi può concentrarsi sulle modifiche. L’obiettivo di chiudere entro la fine dell’attuale legislatura è credibile (le prossime elezioni regionali sono previste nella primavera del 2018, ndR).

Sui trasporti e sul Ponte di Traiano.
“Per noi l’obiettivo del 50% di spostamenti verso lo Stadio con il trasporto pubblico, già contenuto nella delibera comunale, va realizzato. La realizzazione del Ponte di Traiano, opera integrante del vecchio progetto, può aiutare a smistare il traffico, che altrimenti avrebbe come unico sfogo il Gra o Viale Marconi/Cristoforo Colombo. I proponenti hanno da poco consegnato le integrazioni richieste sulla mobilità privata. Gli uffici della Regione stanno valutando le varie ipotesi, senza alcun pregiudizio, con l’unico scopo di verificare le scelte migliori per la città. Spero che tutti facciano altrettanto. Quell’area ha bisogno di molteplici opere infrastrutturali”.

Sui tempi.
“Lo stadio, oltre ad essere un importante e necessario impianto per una squadra di calcio di respiro internazionale come la Roma, è un’occasione preziosa per rispondere alle criticità di quel territorio. Ma ha anche un valore simbolico. Per attrarre nuovi investimenti, capaci di offrire nuove occasioni di lavoro e di sviluppo, le istituzioni devono dare tempi certi e procedure trasparenti, altrimenti perdono la loro credibilità”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy