Stadio Roma, approvata delibera della variante Urbanistica per il Ponte dei Congressi

Le parole dell’assessore Montuori: “Il Ponte è oggetto di variante urbanistica. Verranno effettuati anche importanti opere di inserimento nel contesto, come le piste ciclabili che si agganciano al ponte e ne permettono il superamento“

di Redazione, @forzaroma

L’Assemblea capitolina, con 23 voti favorevoli e 4 astenuti, ha approvato la delibera contenente gli indirizzi al sindaco in merito alla localizzazione del progetto definitivo relativo all’intervento per la ‘Realizzazione Ponte dei Congressi, viabilità accessoria e sistemazione banchina del Tevere e adeguamento Ponte della Magliana‘. L’assessore all’Urbanistica Luca Montuori ha commentato così: “Questa delibera rappresenta l’approvazione di una variante urbanistica, si dà indirizzo al sindaco e al rappresentante di Roma Capitale in conferenza dei servizi ad esprimere parere favorevole alla realizzazione del Ponte dei Congressi. Con la procedura in atto, il progetto definitivo vede un posizionamento diverso da quanto previsto in origine dal Prg, visto che rispetto alla progettazione preliminare la posizione del ponte è quella che incontrava le migliori soluzioni dal punto di vista tecnico e trasportistico“ riporta AdnKronos.

“Il Ponte è quindi oggetto di variante urbanistica – ha spiegato – oggi si approvano il posizionamento e gli atti della nuova posizione a valle di diverse conferenze dei servizi che ne hanno approvato l’impatto sul traffico, quello ambientale e il posizionamento rispetto alle banchine del Tevere, su cui sono previste importanti opere di mitigazione. Insieme al ponte verranno effettuati anche importanti opere di inserimento nel contesto, come le piste ciclabili che si agganciano al ponte e ne permettono il superamento. Si tratta di un’opera molto complessa che si inserisce nel quadrante risolvendo i problemi di ingresso a Roma e creando un sistema unitario con l’attuale ponte della Magliana”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy