Stadio Roma, Affari Italiani: “Addio Tor di Valle: accordo Friedkin-Caltagirone per Tor Vergata”

Stadio Roma, Affari Italiani: “Addio Tor di Valle: accordo Friedkin-Caltagirone per Tor Vergata”

Come rivela il portale, Caltagirone avrebbe trovato l’intesa con il nuovo proprietario giallorosso per la realizzazione immediata dell’impianto

di Redazione, @forzaroma

Dan Friedkin sta per diventare il nuovo proprietario della Roma e con lui anche il progetto del nuovo stadio potrebbe subire un’accelerata. L’iter per la realizzazione dell‘impianto di Tor di Valle è ancora in attesa degli ultimi step e via libera. Questo al netto di clamorose modifiche, proprio quelle che profila ‘Affari Italiani’: secondo il portale, ci sarebbe addirittura l’accordo tra lo stesso Friedkin e Francesco Gaetano Caltagirone, concessionario dei terreni dell’Università di Tor Vergata, e mancherebbero solo le firme. Stando a quanto riporta il sito d’informazione, lo stesso Caltagirone era presente sugli spalti nel derby di domenica e avrebbe trovato l’intesa con il nuovo proprietario con le ruspe già in azione entro fine anno. Una presenza, quella del Cavaliere all’Olimpico, che lui stesso a definito di “puro piacere, in una nota con cui ha voluto precisare la situazione.

Una disponibilità immediata, definita ‘chiavi in mano’, per la costruzione dello stadio della Roma sui terreni di Tor Vergata secondo lo schema avviato nel 2011 tra l’allora sindaco Gianni Alemanno e il predecessore di James Pallotta, Di Benedetto. Come spiega ‘Affari Italiani’, infatti, “grazie alla convenzione assegnata con gara europea nel 1987, i terreni dell’Università di Tor Vergata sono nella piena disponibilità del consorzio di imprese della Vianini Lavori e di altre 9 imprese. Dunque, per realizzare lo stadio non ci sarebbe alcuna necessità di dover seguire l’iter della Legge sugli Stadi, la dichiarazione di pubblica utilità del Comune di Roma e l’iter urbanistico della conferenza dei Servizi e della variante al Piano Regolatore”. Per i trasporti, invece, i collegamenti stradali sarebbero già pronti e per il servizio pubblico ci sarebbero la Metro C e il possibile prolungamento della Metro A da Anagnina.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy