Stadio Olimpico, Contucci: “La Questura ha ripreso la politica svuota-curve”

“Sono stati multati solo i tifosi della curva”, dichiara l’avvocato Contucci. Sullo ‘Stadio della Roma: “Purtroppo nella conferenza dei servizi ci sono le stesse persone che osteggiano i tifosi oggi”

di Redazione, @forzaroma

La Questura ha ripreso la politica svuota-curve. I provvedimenti sono adottati solo per la sud, sanzionando appunto cinque tifosi della curva sud e questo dimostra il vedere con un occhio solo, perché sono stati multati solo i tifosi della curva“. Sempre più vuoto lo stadio Olimpico. Dopo le polemiche dello scorso anno nei confronti del Prefetto e della decisione di separare le curve con delle barriere, anche quest’anno la stagione sportiva si è aperta con l’adozione di nuove misure di sicurezza e con le conseguenti polemiche da parte dei tifosi. Auto no-limits nei paraggi dello Stadio Olimpico, e tolleranza a zero anche all’interno della struttura. La testimonianza? Le multe ricevute da 5 tifosi della Roma per essersi appoggiati a delle barriere.

In merito a ciò, l’avvocato Lorenzo Contucci ha dichiarato a Rete Sport“Nessuna sanzione è stata adottata per episodi del genere durante la festa della famiglia c’erano decine di persone se non di più appoggiate alla balaustra del settore Tevere, così come accade regolarmente per tutte le partite di campionato. E’ questo che non convince perché se c’è un regola va rispettata, ma deve essere rispettata ovunque e da tutti i tifosi. Loro vogliono rovesciare il concetto di riportare le famiglie allo stadio e rendere la curva un settore uguale come gli altri: io sono pentito di aver abbonato mio figlio di 8 anni. Qualunque padre romano negli ultimi 35 anni ha portato il figlio allo stadio sia per vedere la partita, ma anche per far vedere l’ambiente. Tutto questo viene rovinato incentivando la commercializzazione e sostituendo i tifosi passionali con le famiglie. Invece in tutti gli stadi di Europa e del mondo c’è un settore che è più popolare e gli altri settori più comodi. Un’operazione culturale che sta fallendo visto anche i prezzi dei vari settori.  L’abbiamo visto alla partita della famiglia, tribune piene e il resto dello stadio vuoto. Se si vuole rendere la curva un settore come un altro il tentativo sta fallendo perché non c’è pubblico che sostituisca quei tifosi”.

In seguito lo stesso Contucci ha analizzato legalmente le sanzioni ricevute dai tifosi giallorossi. “Sicuramente tutti coloro che sono stati multati faranno ricorso perché se il tifoso trova il seggiolino sporco o la vetrata non è pulita e non si vede bene chiaramente si deve alzare o spostare e quindi non rispetta il suo posto. Chiaramente ci saranno i ricorsi anche perché la multa è provvisoria e si farà ricorso al Prefetto e vedremo cosa deciderà. Multe simili stanno capitando solo per quanto riguarda il calcio, a Roma e solo per la Curva Sud. Aggiungo che questi provvedimenti di sicurezza devono valere anche per gli altri eventi non sportivi come per esempio ai concerti, e per le persone che sostavano vicino le balaustre non c’è stata alcun tipo di sanzione. La sicurezza deve valere per tutto. Per questo dico che è una situazione particolare e inaccettabile e spero che venga trattata di più a livello mediatico.  Io sono stato il primo a dire che il rilevamento biometrico aumenta le garanzie e il software è più preciso di un essere umano nell’individuare chi crea problemi. Il comunicato della questura è uscito in maniera provocatoria e minacciosa. Allora io ho fatto un ironia, che non è stata colta, in merito all’uso di comunicazione provocatoria per i tifosi, invece di usarne una più diretta e corretta su una strumentazione”.

Al termine del suo intervento, l’Avvocato ha speso qualche parola in merito al progetto dello ‘Stadio della Roma’: Purtroppo nella conferenza dei servizi ci sono le stesse persone che osteggiano i tifosi oggi. E’ presto per sapere che cosa accadrà, attualmente la Curva Sud nel nuovo stadio è divisa orizzontalmente, ci sarà un parte superiore e una inferiore. Da chi sarà occupata non lo so, se non ci sarà l’ambiente che la curva ha garantito per anni temo che non ci sarà la “clientela” che vada a vedere la partita, ci potrà essere per le partite diciamo importanti, ma per le altre la curva sarà deserta”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy