Stadio della Roma, la Regione attende atti ufficiali dal Comune

Entro il 3 marzo il Campidoglio dovrebbe approvare, in Giunta e in Consiglio, la variante al Piano regolatore. Zingaretti è ancora in attesa

di Redazione, @forzaroma

Ancora non arrivano sviluppi sulla vicenda legata allo Stadio della Roma. Alla luce degli ultimi sviluppi in Campidoglio, al momento, nessun commento ufficiale arriva dalla Regione Lazio. Come riferisce l’Ansa, però, è che da via Cristoforo Colombo si rimane in attesa di atti ufficiali da parte di Roma Capitale. Atti che andranno presentati formalmente nella Conferenza dei servizi che si chiuderà il prossimo 3 marzo.

Da un punto di vista tecnico, infatti, al momento ciò che il Campidoglio ha depositato al tavolo aperto presso la Regione guidata da Nicola Zingaretti è un parere non favorevole, sia pure con diverse indicazioni che vanno in direzione correttiva. Roma Capitale, alcune settimane fa, ha chiesto e ottenuto una proroga di trenta giorni alla Conferenza dei servizi. Un mese di extra-time che scadrà, appunto, con la seduta del 3 marzo. Entro quella data il Campidoglio dovrebbe approvare, in Giunta e in Consiglio, la variante al Piano regolatore: in caso di un accordo sul taglio delle volumetrie al 20 per cento, per esempio, si parlerebbe comunque di un totale di oltre 700 mila metri cubi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy