Squalifica Destro, l’Unione Tifosi Romanisti esprime profondo dissenso

di finconsadmin

Questa la nota rilasciata dall’Unione Tifosi Romanista dopo aver appreso la notizia delle quattro giornate di squalifica a Mattia Destro

L‘Unione Tifosi Romanisti, appresa la notizia della squalifica del calciatore dell’AS Roma Mattia Destro relative all’utilizzo della cosidetta prova televisiva, desidera esprimere il proprio profondo e veemente dissenso circa questa iniqua decisione adottata dalla giustizia sportiva.
Condanna fortemente la modalità della sua applicazione quando questa sembra essere palesemente utilizzata in modo non equanime.

Tutta la tifoseria dell’ Unione Tifosi Romanisti afferma altresì il proprio diritto ad ambire ad una giustizia equa, giusta e sempre presente in ogni ambito calcistico, in campo e fuori campo.
Condanna il reiterarsi di una forma discriminatoria nei confronti dell’AS Roma e dei suoi tesserati che, nonostante l’altissimo livello di professionalità manageriale e sportiva, hanno consentito a tutti i tifosi di calcio italiani di godere di uno spettacolo appassionato, pulito ed innovativo proprio grazie alle recenti prestazioni della squadra e della sua rosa tutta, contribuendo ad innalzare il tasso d’interesse del campionato nazionale di serie A così ancora gestito in modo assolutamente discutibile.
L’Unione Tifosi Romanisti chede che vengano adottati comportamenti rispettosi nei confronti di una tifoseria eccezionale, di una squadra unica al mondo e di una società già organizzata in modo moderno ed innovativo che deve essere additata come esempio e valorizzata come grandissima ricchezza per tutto il movimento calcistico italiano.
L’Unione Tifosi Romansiti chiede che venga subito annullata la squalifica al calciatore Mattia Destro per sanare questo grave errore procedurale della giustizia sportiva e perché, come tutti i veri tifosi di calcio desiderano, venga restituita una nuova veste di credibilità al campionato in corso.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy