Spalletti ricorda Giorgio Rossi: “Un fuoriclasse, massaggiava con le mani ma soprattutto col cuore”

Spalletti ricorda Giorgio Rossi: “Un fuoriclasse, massaggiava con le mani ma soprattutto col cuore”

Il tecnico dell’Inter apre la conferenza dedicando un pensiero allo storico massaggiatore della Roma: “Era un punto di riferimento, riusciva a compattare tutti e tutto. Persona fantastica che mi porterà sempre dietro”

di Redazione, @forzaroma

Luciano Spalletti non dimentica Giorgio Rossi. Oggi l’ex tecnico della Roma è tornato nella Capitale per dare l’ultimo saluto allo storico massaggiatore giallorosso scomparso nella notte tra sabato e domenica. Per farlo, l’allenatore dell’Inter ha fatto slittare alle 18 la conferenza stampa prevista alla vigilia della sfida dei nerazzurri contro la Fiorentina. E proprio con un ricordo per Giorgio Rossi ha voluto dare il via alla sua conferenza: “Mi volevo scusare per il ritardo, però non sono voluto mancare al saluto di quella persona fantastica che era Giorgio Rossi, il grandissimo massaggiatore della Roma. Persona sulla quale tutti si trovano d’accordo, elemento di unione per tutti. Era un riferimento. Avendoci lavorato insieme, l’ho potuto conoscere meglio. Si passava tutti di lì. ‘Cosa dobbiamo fare oggi? Intanto passiamo da Giorgio Rossi’. Riusciva a compattare tutti e tutto. In qualsiasi mestiere ci sono i fuoriclasse, lui lo era per il suo. Un vero fuoriclasse. Aveva questa qualità di massaggiare con le mani ma soprattutto con il cuore. Persona fantastica che mi porterò dietro per sempre“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy