Spalletti insiste: “Serve carattere”. Riecco Vermaelen. Roma contro la Juve senza tifosi

“Non tutti sono i grado di sopportare l’amore della gente” ha aggiunto il tecnico. Il belga torna in gruppo e si candida per il Viktoria Plzen. L’Arsenal segue Manolas

di Valerio Salviani

Gli scontri di Bergamo non sono passati inosservati. I tifosi della Roma ormai aspettano solo l’ufficialità, ma l’ombra del divieto alle trasferte sta per tramutarsi in certezza. La prima uscita reale sarà il big match contro la Juventus, appena prima della sosta natalizia e i giallorossi non potranno contare sulla loro curva, unica certezza nei match fuori casa in questo avvio di stagione. Si, perché se la squadra continua a macinare gioco e inanellare vittorie, quando gioca all’Olimpico, appena si allontana perde la bussola e naviga nella mediocrità. L’attacco è sempre il migliore del campionato, ma la difficoltà che sta riscontrando il reparto arretrati di arrivare al gol, rende tutto più complicato quando il tridente s’inceppa. Se la mediana Juventina ha realizzato ben 14 gol, quella romanista è ferma a 3. Se si vuole puntare in alto, c’è bisogno anche di loro.

TORNA VERMAELEN – Da grande colpo difensivo dell’ultimo mercato, Thomas Vermaelen si è trasformato presto in oggetto misterioso. La Roma l’aveva preso per aumentare la qualità nel reparto arretrato, ma il belga è praticamente stato indisponibile per tutta la stagione. Oggi finalmente il numero 15 è tornato in gruppo: i carichi di lavoro sono aumentati e il dolore è sparito. Thomas è pronto a riprendersi la difesa di Spalletti, che potrebbe già convocarlo per il match di giovedì, contro i cechi del Viktoria Plzen. “L’unico modo per restare nella storia è vincere. L’Europa League per noi ha un valore altissimo”, ha detto Alisson. Quello che ormai è il portiere di coppa proverà, insieme ai compagni, a centrare la vittoria che significherebbe qualificazione e primo posto, con un turno d’anticipo.

“LA ROMA E’ UNA SECONDA PELLE” – Nel frattempo domani Nainggolan affiancherà il tecnico nella conferenza della vigilia, ma Lucio ha parlato anche oggi. L’argomento su cui batte è sempre lo stesso, la personalità, il carattere, che a Bergamo sono spariti. “Ci vuole gente di carattere, il coraggio di fare le giocate, la furia agonistica, la battaglia sportiva. Io penso che la mia squadra debba sempre lottare forte contro qualsiasi avversario ha davanti”. L’amore viscerale dei tifosi della Roma, secondo Lucio, riempie di responsabilità i calciatori e qualcuno non riesce a sopportarlo, “ma meno male che l’abbiamo da sopportare, meno male che c’è questa spinta alle spalle”. L’amore per la squadra e il diritto di tifare è un sentimento che muove le masse, per questo motivo i tifosi del Pescara diserteranno la trasferta di domenica all’Olimpico perché, come hanno scritto in un comunicato, “non c’è calcio senza avversari”. Capitolo mercato: Manolas attende il rinnovo, che resta in stand-by (così come quello di Naiggolan) e nel frattempo a Bergamo l’Arsenal ha mandato i suoi osservatori per visionarlo. Il futuro del greco al momento rimane incerto. Venerdì nuovo incontro in Campidoglio tra la Roma e la Giunta comunale: tema principale, la riduzione delle cubature per lo stadio.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy