Spalletti indica la via: “Vincere come la Juve”. Totti resta a casa, ma la Roma ritrova Paredes

Rientrano anche Manolas e Emerson. Mario Rui in amichevole con la Primavera sabato prossimo. I ragazzi di De Rossi a valanga sulla Salernitana

di Valerio Salviani

Terminata la sosta delle nazionali si torna a fare sul serio. La Roma riprende da Bergamo l’inseguimento alla Juventus e si tuffa in un tour de force che la terrà in apnea fino a Natale. Inutile dire che in questo periodo i giallorossi si giocheranno il resto della stagione. L’obiettivo è restare in scia della squadra di Allegri e conquistare la qualificazione in Europa League, per la quale basteranno i 3 punti giovedì contro il Plzen, all’Olimpico.

VINCERE COME LA JUVE – “Per essere bravi e mirare la Juve dobbiamo fare come la Juve: vincere le partite come le vincono loro, vincere le partite che vincono loro, avere gli stessi obiettivi”, parola di Luciano SpallettiIntervenuto quest’oggi in conferenza stampa (più pacata rispetto al solito), ha indicato la strada da prendere. La Roma secondo Lucio è condannata a essere bellissima per portare a casa i tre punti. Essere sporchi e cinici, come i bianconeri a volte non è poi così male. Le somme, in ogni caso, si tireranno alla fine. “Un contratto con la Roma va meritato” dice Lucio, per il rinnovo non c’è fretta. Adesso la testa è solo all’Atalanta, una squadra che “ha meritato tutte le vittorie che ha fatto”. Domani i giallorossi saranno ancora orfani del loro capitano. Totti si è allenato con il gruppo, ma si è deciso di non rischiare, resterà a casa. A sorpresa ci sarà invece Paredes, che ha svolto tutto l’allenamento senza avvertire problemi e sarà della partita, così come Manolas e Emerson, tornati dopo lo stop con il Bologna. Florenzi rischia di soffrire di solitudine, l’infermeria si svuota. Martedì sarà il turno di Vermaelen di tornare in gruppo, la settimana dopo toccherà a Mario Rui, che sabato prossimo tornerà in campo con la Primavera. I ragazzi di Alberto De Rossi continuano a dominare la categoria. Oggi la vittima sacrificale è stata la Salernitana, che ha ricevuto un sonoro 1-6 a domicilio.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy