Spalletti: “Il gol era evitabile, dobbiamo avere più personalità. Iturbe? Rimandato”

Le parole del tecnico giallorosso al termine del match pareggiato tra Viktoria Plzen e Roma

di Redazione, @forzaroma

Al termine del match pareggiato per uno a uno tra Viktoria Plzen e Roma, è intervenuto ai microfoni dei giornalisti il tecnico giallorosso, Luciano Spalletti.

SPALLETTI A ROMA TV

Partita complicata?
“Abbiamo fatto meno di quello che dobbiamo fare, ce la siamo complicata e quando è stata più facile non ne abbiamo approfittato. Il campo ha espresso un pareggio, non si è fatto molto per vincere”.

Il problema è stato in fase di costruzione della manovra?
“E’ il nocciolo, dovevamo prendere il centrocampo in mano coi nostri palleggiatori e non ci siamo riusciti, anche nella condizione di aver avuto il vantaggio iniziale non siamo stati bravi a prendere in mano la partita. Dobbiamo fare di più e purtroppo non è stato solo quello, abbiamo concesso un paio di leggerezze dove loro hanno preso vantaggio. Sul finale abbiamo provato a vincerla, in diversi momenti abbiamo fatto cose egregie ma senza la continuità e la compattezza che ci deve essere e deve essere”.

Come giudica la prova di quelli che hanno giocato meno?
“Tutti rimandati, io con loro. Io li ho fatti giocare, ma mi aspettavo qualcosa di più. Quando uno si gioca la possibilità di avere un futuro nella Roma deve far vedere almeno la ricerca e la convinzione, il duello, qualche azione, qualche presa di posizione dove si butta aldilà, corpo e anima oltre le qualità.

Ha vinto il Vienna nell’altra partita.
“Non possiamo andare a giocarci la qualificazione su altri tavoli, dobbiamo giocarla sulle nostre partite e prenderci la qualificazione”.

Prossima giornata di campionato Fiorentina-Roma e Inter-Juve.
E’ una bella partita a Firenze come quella di San Siro. Noi dobbiamo pensare a giocare meglio di stasera e sono convinto che andremo là e riusciremo a fare qualcosa di più di quello che abbiamo fatto stasera”.

SPALLETTI A SKY

 

 

Si può fare di più?

Si può fare di più e meglio. Poi eravamo pure passati in vantaggio. C’erano le possibilità di prendere la partita in mano, poi loro l’hanno buttata sul fisico e l’aggresività e hanno avuto la meglio in quel momento.

Difesa da migliorare?

Abbiamo preso un gol evitabilissimo, però le partite sono queste. Su questi campo se non sei bravo a prendere le partite in mano loro la buttano sulla fisicità e prendono la partita in mano. Bisogna dare di più con più personalità

Su Iturbe?

Ho fatto giocare tutti quelli che di solito giocano di meno per fargli mettere in mostra le loro qualità. Sono tutti rimandati.

Pensavi di tenere di più la palla in mezzo? Più possesso e personalità?

Secondo me si, io mi riferivo proprio a questo. Sì loro hanno spinto, ma poi quando prendi il possesso palla fraseggi. Prima di tutto con il modulo che hanno, portando i terzini alti si svuotano in mezzo, come prendi palla vai a fare un passaggio verticale, un retropassaggio e un appoggio sulla fascia e siamo padroni della metà campo. Perché i due moduli potevano evidenziare questo se noi lo avessimo fatto, quando prendevamo palla se avessimo avuto il coraggio, la tranquillità, la voglia. La voglia perché in alcuni momenti abbiamo gestito male dei palloni facilissimi, come se non credessimo delle nostre qualità fino in fondo. E’ lì che dovevamo fare meglio e in mezzo al campo gestire di più la partita”.

Pigrizia mentale?

Si è una cosa che si può accettare questo discorso, perché su alcune palle nostre ci siamo fatti anticipare, alcune palle perse poi non vedono la compattezza per ripartire e andarla a riprendere, questo riaggressione che ci deve essere sulle palle perse. Alcune volte quando hanno rilanciato lungo siamo rimasti in fuorigioco. Si può accettare questo termine che poi ci porta a dover fare meglio nella continuità, dobbiamo riempire la partita. Noi in alcuni elementi, ma in queste partite tutti devono fare qualcosa di più, cosa che noi ancora non riusciamo a fare.

Anche Gerson tra i rimandati?

Ha fatto tutto sommato una buona gara, ma è la prima partita. Diciamo che può essere scusato. Non mi sembra abbia fatto male, ma io dico in generale: chi gioca poco deve fare vedere che poi sanno sfruttare l’occasione. Nel nostro calcio non si hanno 5 partite di fila per rendere, ma 5 minuti in 5 allenamenti per entrare nei meccanismi della squadra. Chi gioca di meno deve far vedere che vogliono sfruttare l’occasione. Deve essere visibile la voglia e l’intensità

(Continua)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy