Smalling è già Big Hero: col Lecce 100% di duelli vinti. Ora la difesa è più sicura

Smalling è già Big Hero: col Lecce 100% di duelli vinti. Ora la difesa è più sicura

Numeri impressionanti del centrale inglese, alla seconda consecutiva da titolare. Di testa o in scivolata, le ha prese tutte: adesso è atteso dagli esami veri

di Marco Prestisimone, @M_Prestisimone

In Big Hero, il cartone animato targato Disney, il gigantesco ma dolcissimo robot Baymax ha un chip che gli permette di dare assistenza medica a chiunque ne abbia bisogno. E chissà se, come lui, anche Smalling si sia presentato a Fonseca dicendogli “sono il tuo operatore sanitario personale”. Di certo tutti a Trigoria speravano che l’arrivo del centrale inglese – chiamato a sostituire Manolas – fosse quello in grado di cambiare il trend negativo che già si era visto nelle amichevoli estive. Il tempo di mettersi alle spalle il primo problema muscolare e Chris ha giocato subito le prime due partite da titolare con la nuova maglia. Ed è stato tra i migliori sia con l’Atalanta che ieri con il Lecce, quando ha mostrato numeri impressionanti.

NON SI PASSA – Dieci recuperi, il 100% dei duelli aerei vinti (sette su sette), due palloni intercettati. Ma anche 2 scivolate su 2 a buon fine, due contrasti e cinque palloni spazzati via dall’area di rigore. Insomma, il Lecce avrebbe fatto meglio a stargli alla larga. Una seconda apparizione super convincente arrivata dopo che già i primi 90′ erano stati positivi: con l’Atalanta l’Olimpico più di una volta ha accolto con l’ovazione i suoi interventi, che fossero in anticipo o in scivolata, prima del calo nel finale che ha coinvolto tutta la squadra. Gli stessi tifosi che aspettano un suo gol di testa, vicino già in tre occasioni in 180′: una volta contro Gasperini e due colpi di testa ieri che per poco non hanno battuto Gabriel.

TOTALE – Il 92% di passaggi completati passa così quasi in secondo piano. Smalling è stato preso per aiutare Pau Lopez e non certo Veretout. Con lui però l’intero reparto potrà respirare un po’ di più rispetto all’inizio affannoso in campionato in fase difensiva. E non è un caso che sia arrivato anche il primo clean sheet in Serie A: “Più riusciremo a tenere la porta inviolata, più partite vinceremo”, ha detto a fine partita. L’ha capito Fonseca, che ormai tiene sempre un terzino su due bloccato (ieri è toccato a Florenzi), e lo sa bene anche Smalling, che è sembrato subito a suo agio nel clima da battaglia del nostro campionato. Intanto i tifosi sui social hanno trovato un idolo: “Dopo i vari Samuel, Mexes, Benatia, abbiamo un nuovo mostro in difesa. E sembra perfetto per Fonseca”. I tifosi dello United invece guardando lui, Sanchez e Lukaku si mangiano le mani. Perché diventi un “eroe” ci vorranno tempo, vittorie e magari titoli. Ma i primi mattoncini sono da Big.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy