Silvestri: “La Roma è forte anche così”

di finconsadmin

L’ex difensore cresciuto nelle giovanili della Roma e con un passato al Catania, Cristian Silvestri, ha parlato riguardo il match di domani e la rivalità fra le due squadre.

 

A Catania, ancora vivo il ricordo di quel famoso 7 a 0. Qual è la cosa che diede più fastidio?
“Più che la sconfitta, furono alcuni comportamenti ad infastidire. Spalletti, con la partita già chiusa, continuava ad inserire punte. Ci fu qualche incomprensione di questo tipo. Sono cose passate anche se quell’episodio generò diversi problemi anche dal punto di vista dell’ordine pubblico”.

 

Quest’anno una Roma sorprendente, ma nessuno si aspettava un campionato del genere neanche dal Catania…
“Sicuramente non pensavamo di ritrovarci in questa situazione, abbiamo una rosa che merita di restare in serie A anche se al momento stiamo facendo molta fatica. La Roma è molto forte con Rudi Garcia ciliegina sulla torta. Noi stiamo facendo molta più fatica”.

 

Da osservatore, quale giovane della Roma ti ha impressionato di più?
“Destro senza dubbio. Non è un giovanissimo ma farà sicuramente tanta strada. È un talento che non ha ancora espresso le sue potenzialità”.

 

Qual è il segreto della difesa giallorossa?
“L’organizzazione generale: grande merito di un allenatore in grado di dare la giusta fiducia a giocatori come Benatia, Dodò migliora di partita in partita, anche la posizione di De Rossi davanti alla difesa è fondamentale, in quel ruolo è il migliore del mondo”.

 

Si avvicina il mercato: servono rinforzi?
“Secondo me la Roma è forte anche così, l’unica cosa che manca penso sia solo un po’ di mentalità vincente che l’allenatore sta cercando di inculcare nella squadra e tifosi”.

 

Qual è il segreto di Garcia?
“Penso sia la mentalità, la cattiveria agonistica. Lo vedo sempre concentrato, sempre presente con tutti. Mi sembra il leader del gruppo che vuole far sentire la presenza. Assomiglia molto ad Antonio Conte da questo punto di vista”.

 

Si sentirà la mancanza di De Rossi e Strootman?
“Secondo me si. Sono due giocatori fondamentali. Sia De Rossi sia Strootman danno un apporto fondamentale. Difficile sostituire due giocatori del genere”

 

(centro suono sport)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy