Si cerca un nuovo global brand, ma l’ipotesi pi? accreditata ? un “anno ponte” ancora con Wind

di finconsadmin

L’operazione?Nike-AS Roma, a partire dalla stagione 2014/15, ha scatenato l’interesse dei tifosi e dei media capitolini. Risolta la pratica della sponsorizzazione tecnica, adesso l’attenzione si sposta sul terreno dello?sponsor principale di maglia.

 

L’ipotesi pi? accreditata ? quella di un “anno ponte” ancora con?Wind?(attuale “jersey-sponsor”), ma a cifre presumibilmente pi? in linea con il mercato (tra i 5 ed i 6 milioni di euro), vista anche la crisi economica perdurante, piuttosto che un contratto di durata pluriennale con un nuovo partner.

Si naviga a vista, con l’ambizione, per?, di poter intercettare, gi? tra 12/18 mesi, un nuovo global brand proveniente soprattutto dai mercati in via di sviluppo, dove il calcio italiano piace ed ? amato. Due, in questo momento, i mercati cui vorrebbe strizzare l’occhio la direzione marketing giallorossa:?Qatar e il sultanato dell’Oman.?In entrambi i casi vi sono importanti fondi sovrani nazionali pronti ad investire in Europa. Da tenere sotto attento monitoraggio anche il?Nord-Africa: a partire dal Marocco (che si prepara tra pochi anni ad una Coppa d’Africa da record in termini di investimenti) e la stessa Libia, che esce da una lunga dittatura, ma che ha risorse economiche per tornare in Europa (e dai vicini “amici” italiani) a dettare legge in termini di acquisizioni/partecipazioni societarie (come nel caso di Unicredit) e sponsorship.

 

Sporteconomy.it

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy