Serie A, Sassuolo-Benevento: rigore assegnato simile a quello negato alla Roma

I neroverdi si portano in vantaggio dal dischetto grazie ad un fallo di mano che ricorda quello di Ayhan di settimana scorsa

di Redazione, @forzaroma

Sono passati cinque giorni ma l’arbitraggio di Maresca in Roma-Sassuolo fa ancora discutere. A far tornare alla mente dei tifosi romanisti le decisioni arbitrali del fischietto napoletano è ancora la squadra di De Zerbi. Nell’anticipo dell’undicesima giornata di questa sera infatti i neroverdi, contro il Benevento, trovano il gol del vantaggio su calcio di rigore generato da un fallo di mano del difensore ospite Tuia. Non è sfuggito però un dettaglio ai tifosi giallorossi: la dinamica dell’azione è praticamente identica a quella di settimana scorsa, con protagonisti Spinazzola e Ayhan, quando il difensore degli emiliani stoppava il cross del giallorosso col braccio. Opposta però la decisione dell’arbitro che decise di lasciar correre. Il Sassuolo, graziato a Roma, ha invece beneficiato del rigore concesso questa sera per sbloccare la partita con Berardi.

Sempre durante la gara del Mapei Stadium, un altro episodio ha ricordato il match contro gli uomini di Fonseca. Haraslin è stato espulso a inizio secondo tempo per un’entrata molto simile a quella di Obiang su Pellegrini: anche stavolta l’arbitro non ha inizialmente estratto il cartellino rosso ma è stato richiamato dal Var per correggere la decisione, cosa che non si era verificata all’Olimpico. Un metro di giudizio, a distanza di pochi giorni, tutt’altro che uniforme e che è destinato a far discutere ancora.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy