Serie A, lettera al Governo: si va verso le gare a porte chiuse

Serie A, lettera al Governo: si va verso le gare a porte chiuse

Il presidente della Lega calcio di Serie A, Paolo Dal Pino, ha inviato una lettera al Governo per chiedere di poter giocare le gare a porte chiuse nei territori a rischio coronavirus

di Redazione, @forzaroma

Il presidente della Lega calcio di Serie A, Paolo Dal Pino, ha appena inviato una lettera al Governo, attraverso il ministro dello sport, Spadafora, quello dell’Interno, Lamorgese, e quello della Salute, Speranza, per chiedere che nei territori considerati a rischio coronavirus le gare di calcio non vengano sospese, ma siano disputate a porte chiuse. Come riporta l’Ansa, si tratta di un atto formale, che la Lega delle società motiva nella lettera con il “calendario già saturo di impegni” e la necessità che le competizioni si concludano “entro il 24 maggio stante l’avvio dei prossimi Europei di calcio”.

Interessata anche Inter-Ludogorets di Europa League, in programma giovedì. Quanto a Juve-Inter, big match della prossima giornata, è stato escluso il rinvio a lunedì. Sì alle gare sportive a porte chiuse, nei territori interessati dalla diffusione del coronavirus: il ministro dello sport, Vincenzo Spadafora, ha annunciato che è in via di ultimazione il decreto del governo che lo consente. Ho inoltrato in mattinata al Ministro Speranza una richiesta ufficiale per la gara ufficiale di giovedì dell’Inter e siamo in attesa di un riscontro del Governo per la disposizione della gara a porte chiuse e ci aspettiamo un segnale positivo. Si va verso le porte chiuse“: lo ha detto il presidente della Federcalcio Gabriele Gravina nella conferenza stampa al termine del Consiglio federale nel quale si è discusso dell’emergenza Coronavirus.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy