Schick: “In nazionale mi sento sempre motivato”

Schick: “In nazionale mi sento sempre motivato”

L’attaccante giallorosso aggiunge: “Il 5-0 è stato un risultato crudele per il Viktoria Plzen, hanno avuto le loro occasioni”

di Redazione, @forzaroma

Patrick Schick torna a parlare e lo fa dal raduno della Repubblica Ceca, prossimamente impegnata nel derby contro la Slovacchia. Non solo la Nazionale nei pensieri dell’ex Sampdoria, ma anche il momento che sta vivendo con la Roma e sulla posizione disegnatagli da Di Francesco. Queste le sue parole a idnes.cz:

Sulla gara con la Slovacchia
“Non sappiamo ancora come finirà. Nel frattempo cerchiamo di apprendere le tattiche e il nuovo modo di giocare del mister. Poi vedremo solo sabato cosa faremo”.

Sul nuovo Ct
“Il nuovo allenatore è arrivato, ma sappiamo bene che non basta solo cambiare per iniziare a vincere di nuovo. Penso che il clima si sia migliore. L’atmosfera è più rilassata rispetto al passato”.

Ha trasferito il suo buon umore? 
“Devo dire che i primi giorni sono stati molto positivi. Spero che questo continui anche dopo la partita con la Slovacchia”.

Cosa vi ha chiesto l’allenatore?
“Finora, nulla è specifico. Per prima cosa dobbiamo sapere come vuole giocare l’allenatore”.

Possiamo dire quali saranno i principali cambiamenti tattici della nuova squadra? 
“Abbiamo solo due sessioni di allenamento, quindi non posso ancora saperlo, ma penso che non andavamo bene negli ultimi giorni. Qualcosa potrebbe cambiare sicuramente”.

Come stai personalmente? 
“Mi sento come ogni volta che sono in nazionale. Sono sempre motivato e pronto ad aiutare la squadra”.

Sapevate qualcosa del cambio in panchina? 
“Sì, stavo parlando con gli assistenti, quindi avevo alcune informazioni in anticipo”.

Adesso la Slovacchia. Hai un’esperienza personale con qualcuno dei tuoi avversari? 
“Nella Sampdoria ho giocato con il Milan Skriar e contro Hamšík. Certo che conosco gli altri ragazzi, ma questi due in particolare un po ‘di più”.

Il derby con la Slovacchia avrà un sapore speciale? Sono passati venticinque anni dalla divisione della federazione
“Sicuramente. Non vedo l’ora”.

Sulla vittoria contro il Viktoria Plzen. Sei stato un po’ dispiaciuto per loro? 
“Il risultato è crudele. Ma devo dire che anche loro hanno avuto delle occasioni. Se avessero segnato l’1-1 forse sarebbe andata diversamente. Il 5-0 finale è un risultato eccessivo per loro”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy