Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

news as roma

Scale Mo(u)bili in attacco: Felix sale, Shomurodov scende. E Mayoral rinuncia

Getty Images

Con la partenza dello spagnolo e la recente bocciatura dell’uzbeko schizzano in alto le quote di Afena-Gyan come spalla (o vice) di Abraham

Redazione

“Tenete d'occhio le scale, a loro piace cambiare” recitava Percy Weasley in un Harry Potter che ha appena compiuto 20 anni. Un po’ come le gerarchie di alcuni giocatori nella testa di Josè Mourinho che ha ribaltato la classifica di pronostici di inizio stagione facendo fuori Mayoral e retrocedendo Shomurodov pagato quasi 18 milioni appena 6 mesi fa. “Felix ha fatto una partita straordinaria: finisce il suo gioco per uno sprint su Cuadrado, lo cambio e il giocatore che entra (Shomu appunto, ndr) al primo minuto sbaglia ed è 3-3”, il marchio di Mou dopo Roma-Juve.

L’ascesa di Afena e la caduta del "Messi" uzbeko

Lame e carezze nella stessa frase. A farsi male è Eldor Shomurodov, subentrato al giovane Afena Gyan un minuto prima del gol di Kulusevski al 72’. Il “Messi ubzeko” (o almeno così veniva dipinto in patria), acquistato quest’estate scende i gradini a due a due finendo in fondo alla classifica degli attaccanti, al pari forse ormai soltanto di Carles Perez. Da inizio campionato le buone aspettative sul numero 14 giallorosso si sono dissolte nel nulla. Quell’uomo, o meglio ragazzo, Mourinho non l’ha trovato nell’ex Genoa, ma nei campetti sintetici della Primavera. Felix avanza e scavalca tutti, con la benedizione di Mou che l’ha abbracciato dopo la doppietta al Genoa, ha pianto (metaforicamente) con lui dopo il rosso con lo Spezia e l’ha lanciato dal 1’ contro la Juve. Adesso al 18enne (che ha anche rinunciato anche alla convocazione per la Coppa d'Africa), lo spazio per crescere non manca nell’attuale rosa della Roma e vede sempre più possibilità grazie ad alcune partenze, prima fra tutte quella di Borja Mayoral.

 

 Getty Images

Mayoral saluta, senza rimpianti

Sbarcato ieri mattina a Madrid, stavolta sponda Getafe. Mayoral è ormai un ex della Roma nonostante persista il diritto di recompra a 20 milioni. Mourinho non l’ha mai considerato. Prima le panchine poi la tribuna e le critiche più o meno esplicite. Unico lampo il gol di tacco contro il CSKA Sofia. Con la formazione di Motta, nella gara successiva alla vittoria in Conference League, parte titolare in coppia con Abraham ma basta un primo tempo da fantasma e qualche minuto dalla ripresa per essere sostituito proprio da Felix. Bruciata così la seconda possibilità concessa dal portoghese. E addio inevitabile. In conclusione quindi, Mourinho a lui regala un biglietto di sola andata che lo riporta a passeggiare nei pressi di Plaza del Sol. Per Afena c’è Piazza del Popolo, quello romanista, che spera di aver scoperto una stella tra tante nuvole.

 

Martina Stella