Sassuolo-Roma, la Digos indaga sul lancio di fumogeni

Sassuolo-Roma, la Digos indaga sul lancio di fumogeni

Dopo i fatti di sabato scorso e la multa del giudice sportivo, anche le autorità territoriali iniziano il lavoro per individuare i responsabili

di Redazione, @forzaroma

Dopo il lancio di fumogeni reiterato durante la partita tra Sassuolo e Roma, anche le autorità territoriali competenti iniziano a muoversi per fare chiarezza sui fatti e sui responsabili. E’ stata infatti la Questura di Reggio Emilia con una nota ufficiale ad annunciare il proseguimento delle indagini riguardanti proprio gli episodi del Mapei Stadium. Già ieri era arrivata la multa del giudice sportivo verso la società giallorossa, 10 mila euro di sanzione per responsabilità oggettiva. Questo il comunicato ufficiale della Questura emiliana:

Durante l’incontro di calcio del campionato di seria A Sassuolo-Roma, giocato al Mapei Stadium lo scorso 18 maggio, al 28° e al 31° minuto del primo tempo, dalla Tribuna Nord, settore deputato ad ospitare la tifoseria capitolina, sono stati lanciati in campo due fumogeni. Gli autori del gesto, sebbene fossero parzialmente coperti, sono stati individuati grazie al sistema di videosorveglianza del Mapei Stadium che permette di selezionare ogni azione di ciascun tifoso “scannerizzando” 30 frame al minuto. Le azioni al momento sono al vaglio della squadra tifoserie della Digos al fine dell’esatta identificazione degli autori, che saranno oggetto di eventuali provvedimenti Daspo“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy