Samuel: “Il pallone d’oro premia gli attaccanti. Ricordo quando Totti ci sperava”

“Quest’anno sarà un duello tra Messi e Ronaldo, ma vincerà l’argentino: nessuno è come lui”. Ha dichiarato ‘The Wall’ in un’intervista rilasciata al sito della Fifa

di Redazione, @forzaroma

Questo pomeriggio l’ex difensore di Roma, Inter e Real Madrid Walter Samuel ha rilasciato un’intervista al sito della Fifa nella quale ha parlato del premio individuale più ambito per un calciatore: il pallone d’oro: “Ho giocato in diverse squadre in carriera, ma questo è sempre stato un argomento di discussione di cui si parlava nello spogliatoio, a prescindere dal club in cui mi trovavo. Quando la data della premiazione inizia ad avvicinarsi sale la tensione tra i calciatori. Ricordo alcuni miei ex compagni che hanno sperato di vincere il pallone d’oro: ad esempio Totti, quando giocavo a Roma, o Ibrahimovic all’Inter. Anche Sneijder nel 2010 pensava di poter vincere. E’ normale che quando giochi ad alti livelli si creino delle aspettative”.

I difensori sono penalizzati: “Noi difensori non siamo molto piacevoli da vedere, la gente si entusiasma per i gol. Ci sono stati tanti grandi calciatori con carriere strepitose che avrebbero meritato una chance, come Maldini, Nesta, Terry o Rio Ferdinand. L’unico che è riuscito a vincere il pallone d’oro è stato Cannavaro grazie alla vittoria nel mondiale del 2006”.

Sul vincitore di questa edizione: “Messi, Neymar e Ronaldo sono in lizza, ma credo che sarà un duello tra il portoghese e l’argentino. Credo che vincerà Lionel. Neymar ha raggiunto un livello incredibilmente alto, ma è appena esploso quindi è ancora presto. Cristiano Ronaldo è molto forte, fisico e veloce, è sicuramente un giocatore difficile da affrontare, ma Messi fa la differenza: ogni volta che tocca il pallone sembra che stia giocando alla Play Station. Se dovessi affrontare un giocatore nell’uno contro uno in una finale, tra i due, sicuramente preferirei evitare Messi. Abbiamo giocato insieme nella nazionale argentina nel mondiale del 2010 e ho visto di cosa è capace. Nessuno è come lui”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy