Samp-Roma rinviata: déjà-vu un anno dopo la magia di Totti

Per domani a Genova previste precipitazioni abbondanti per tutto il giorno. Partita rimandata a data da destinarsi, una situazione già vista tra queste due squadre

di Valerio Salviani, @vale_salviani

Chiamatelo scherzo del destino. Chiamatela sfortuna. Fatto sta che un anno dopo, Roma e Sampdoria si ritrovano di nuovo alla terza giornata, con lo stesso ospite sgradito dell’11 settembre scorso, la pioggia. Tanta, troppa per scendere in campo, nonostante lo stadio sia diverso, ossia Marassi e non l’Olimpico. Così dopo gli 80 minuti di sospensione dell’ultima volta, in questo caso la partita non inizierà nemmeno. Le previsioni per domani riportano pioggia abbondante durante tutto il giorno. L’allerta arancione, con il rischio di un peggioramento, ha suggerito cautela. I giallorossi, pronti a partire, sono rimasti a Trigoria.

MARASSI NON AIUTA – I problemi dello stadio Luigi Ferraris non li scopriamo oggi. Lo scorso anno la pioggia forte ha provocato il rinvio di Genoa-Fiorentina, a settembre, ma è una realtà che si ripresenta ogni anno. La ristrutturazione dell’impianto, invocata a gran voce, non è ancora arrivata e il manto erboso continua ad essere uno dei problemi maggiori. In occasione delle partite di Coppa Italia giocate ad agosto l’effetto “campo di patate” era sotto gli occhi di tutti. Il report di primocanale.it ha mostrato un Marassi in condizioni pessime. Con l’abbondante pioggia che arriverà domani, il rinvio appare la scelta più giusta. Il rischio infortuni e lo scarso spettacolo sono stati due fattori decisivi nella scelta. Senza parlare del problema sicurezza.

LA LUCE DI TOTTI – Non è la prima volta che il diluvio la fa da padrone in questa sfida. Le prime due volte successe all’Olimpico. Il 29 ottobre del 2008 la prima volta, quando la partita durò appena 5 minuti, prima di essere rinviata. Di quel giorno resta un abbraccio poco convinto tra Totti e Cassano. Poco calcio, su un manto che non riuscì a drenare l’enorme quantità d’acqua caduta sulla capitale quel giorno e in quelli precedenti. La seconda volta andò meglio. Interruzione sul risultato di 1-2 per i blucerchiati a fine primo tempo, con la pioggia che ha fermato il match per 80 lunghissimi minuti. Alle 17.05 si ripartì con Totti a guidare i suoi. Con lui tornò la luce, in cielo e in campo. Un assist per Dzeko e il gol al 90′ regalarono la vittoria ai suoi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy