Samp-Roma: prima il fallo di Ferrari, poi il rigore. Ecco perché Strootman ha protestato – FOTO

Strootman viene a contatto con Ferrari, Orsato però decide di proseguire e poi grazie al VAR concede rigore alla Samp

di Redazione, @forzaroma

Il primo tempo di Samp-Roma finisce tra le polemiche. Su un’azione d’attacco giallorossa Strootman viene a contatto con Ferrari, il guardalinee segnala la scorrettezza ma Orsato (lo stesso arbitro che era al VAR in occasione di Roma-Inter ed il famoso contatto Skriniar-Perotti) decide di proseguire. Il fallo invece c’è, perché il centrale blucerchiato fa un passo ostruendo la giocata dell’olandese, che l’aveva saltato e stava per entrare in area di rigore.
Sul ribaltamento dell’azione Zapata mette in mezzo un cross sul quale Kolarov interviene in maniera scomposta: Orsato prima lascia proseguire, non vedendo il tocco col braccio o considerandolo involontario in quanto successivo ad un tocco con la gamba sinistra. Su segnalazione del VAR, va a controllare e verifica che con la gamba non c’è tocco: da qui il calcio di rigore.
Da qui le proteste di Strootman con il quarto uomo: l’olandese riteneva giusto utilizzare il VAR innanzitutto per la prima parte dell’azione, quella nella quale subisce il fallo. La terna arbitrale, con l’ausilio del VAR, l’ha adoperata invece solo per la parte finale.

Fallo_Strootman

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy