Salah e l’amore per Totti: “Un idolo della mia infanzia, aveva una tecnica unica”

Salah e l’amore per Totti: “Un idolo della mia infanzia, aveva una tecnica unica”

L’egiziano, pronto a scendere in campo con l’Egitto per il Mondiale, ha parlato di alcune sue fonti d’ispirazione

di Redazione, @forzaroma

Da idolo della tifoseria a giustiziere in Champions League il passaggio è stato breve, ma il ricordo di Salah dei suoi anni alla Roma resta ancora forte. Dopo l’infortunio in finale la sua partecipazione al Mondiale con l’Egitto è stata a rischio, ma l’esterno sta recuperando al meglio ed è pronto a trascinare il suo paese. In un’intervista alla rivista francese L’Equipe ha parlato di alcuni fenomeni del passato che sono stati fonte d’ispirazione. Queste le sue parole:

Avevi degli idoli da giovane: il brasiliano Ronaldo…
Poi Zidane e Totti.

Come mai questi 3?
Ho la sensazione che fossero separati. Giocatori di calcio leggendari, ce ne sono altri, ma il modo di giocare di questi tre è fuori dall’ordinario. Ognuno a modo suo. Ronaldo con le sue abilità di finalizzatore e il suo amore per il calcio. E Zidane… (Il suo viso si illumina.) Era magico.

Un ricordo di Zidane in particolare?
L’ho seguito molto quando giocava al Real Madrid. Ho visto così tante partite ed è stato incredibile. Vedendo Zidane, si capiva che giocava a calcio perché lo amava. Anche Totti aveva qualcosa di speciale. Ha giocato a Roma per ventiquattro anni! La sua tecnica di tiro e la sua visione del gioco erano uniche.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy