Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

news as roma

Sacramento non è più il vice di Mourinho. Al suo posto c’è Foti

Getty Images

Lo Special One e il suo collaboratore si sono conosciuti dodici anni fa

Redazione

Novità nello staff di Josè Mourinho. Dopo Roma-Sampdoria Joao Sacramento ha interrotto il suo rapporto con il club e non è più il vice-allenatore dei giallorossi. Al suo posto da ieri c'è Salvatore Foti. Mourinho e Sacramento si sono conosciuti dodici anni fa, quando Joao Sacramento mandò al tecnico portoghese un’analisi del suo modo di lavorare. "Molto interessante", disse lo Special One commentando quell’analisi sulla periodizzazione tattica (l’integrazione dell’allenamento fisico e atletico con il lavoro tattico e tecnico). Poi Sacramento ha fatto i suoi passi come assistente di Gary Speed e Chris Coleman nel Galles, di Ranieri e Jardim nel Monaco e di Bielsa e Galtier nel Lille. Fino a chiudere il cerchio, con la chiamata di Mou al Tottenham, nel 2019.

Chi è Salvatore Foti?

Salvatore Foti classe 1988, ex attaccante dell’Acireale, Venezia e Sampdoria, ha siglato 27 reti in carriera tra Serie A e Serie B. A soli 17 anni fu etichettato come il nuovo Ibra, poi tra prestiti e infortuni non ha saputo mantenere le promesse. Prima di scegliere i blucerchiati anche la Roma era sulle sue tracce: “Ricordo che Bruno Conti tempestò di telefonate la mia famiglia perché scegliessi la Roma e il settore giovanile giallorosso. Avrei potuto anche andare in Inghilterra ma optai per la Samp perché fu l’unica che mi assicurava da subitoche mi sarei allenato con la prima squadra ogni giorno”. Ha già svolto il ruolo di collaboratore tecnico alla Samp, al Milan e al Torino sempre sotto l’ala di Marco Giampaolo. L’ex attaccante ha lasciato il calcio a soli 27 anni per via dei tanti infortuni e soprattutto di un’ernia del disco da cui non è riuscito a guarire: “Per colpa di un errore medico non riesco più a sostenere un allenamento intero”. Foti ha lavorato con Stefano Rapetti, preparatore della Roma, anche lui molto vicino a Mourinho. Nel 2015 ha preso il patentino UEFA B per iniziare ad allenare seguendo le orme del padre.