Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

news as roma

Sabatini: “Grazie a Zamparini ho saputo affrontare Roma. E pianse per Pastore”

Getty Images

Il ds della Salernitana ricorda l'ex presidente del Palermo, scomparso ieri, con cui ha lavorato in rosanero: "Una guida, mi ha forgiato per gli anni in giallorosso". Poi l'aneddoto sull'argentino

Redazione

Il mondo del calcio piange Maurizio Zamparini, storico presidente di Venezia e Palermo scomparso ieri a 80 anni. A ricordarlo è uno dei suoi collaboratori più stretti, proprio ai tempi rosanero: Walter Sabatini. L'attuale ds della Salernitana lo ha ricordato in un'intervista a 'La Repubblica': "Grazie a lui, ai suoi comportamenti, ho imparato l’arte della prepotenza. È stato un grande presidente, solo grazie a lui sono diventato fruibile per la Roma.Non avrei saputo affrontare la città se non fossi stato forgiato dagli anni con lui", le parole di Sabatini. Che poi continua: "È stato un elemento guida della mia vita. Posso dirvi che la prima volta in cui ha visto Pastore si è commosso. C’era un’amichevole estiva contro i boscaioli, Pastore era appena arrivato, era ancora in borghese: a Zenga, il nostro allenatore, chiesi di farlo giocare qualche minuto. Appena entrato, fece due giocate incredibili e diede una palla illogica a Miccoli. Javier passava attraverso i muri e agli avversari. Mi girai e vidi che Zamparini piangeva".