Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

news as roma

Zalewski, l’amico in un video: “Mourinho, stasera pippiamo”. Poi le scuse

Getty Images

Il giocatore ripreso in alcune storie Instagram durante una serata in un ristorante. Poi Zep Dembro, il trapper che ha postato la storia: "Mi è dispiaciuto molto mettere in difficoltà il calciatore della Roma che avevo conosciuto in quel momento"

Redazione

Qualche video social sopra le righe in una serata tra amici spesso può complicarti la vita, soprattutto se sei un calciatore, giochi in Serie A con una squadra come la Roma e sei nel giro della nazionale. È successo a Nicola Zalewski, 19 anni e due presenze in stagione con i giallorossi, che ha recentemente perso il papà e ha deciso di svagarsi passando qualche ora in un locale. Niente di strano, finché uno dei ragazzi che era con lui (un trapper, Zep Dembo) non decide di prendere il telefono e pubblicare alcune storie su Instagram (i video che spariscono dopo 24 ore) rivolgendosi a Mourinho con Zalewski sullo sfondo: "Stasera pippiamo, Josè, stiamo a fa' schifo, abbiamo pippato”.

Il giocatore della Roma ride, ma non dice nulla, probabilmente non rendendosi conto di quello che stesse urlando l'amico. Il video, finito su una pagina da oltre 22mila followers, è diventato virale ed è arrivato inevitabilmente anche alla Roma. Il club chiederà spiegazioni al giocatore, ma visto il momento delicato cercherà di stargli vicino provando a capire la situazione.

Nel pomeriggio intanto sono arrivate le scuse di Zep Dembo, il ragazo che ha girato e poi diffuso il video: "Ieri sera ho pubblicato una storia con una battuta infelice. È stata colpa di una mia leggerezza, non corrisponde alla verità e voglio scusarmi con tutti. Mi è dispiaciuto molto mettere in difficoltà il calciatore della Roma che tra l'altro avevo conosciuto in quel momento perché mangiavamo nello stesso ristorante. Sono contro tutti i tipi di droghe, non era mia intenzione offendere nessuno. Mi scuso ancora, soprattutto con quelli a cui ho involontariamente arrecato problemi. D'ora in poi sarò molto più attento a parlare pubblicamente".