Fonseca: “La sfuriata di Friedkin è una bugia. Pensiamo insieme al mercato” – AUDIO – FOTO – VIDEO

Queste le sue parole: ”Dobbiamo gestire al meglio Dzeko e Pellegrini. Niente lesione muscolare per Veretout”

di Redazione, @forzaroma

Cercare subito il riscatto per mettersi alle spalle la brutta sconfitta di Napoli. Questo sarà lo spirito della Roma nella sfida di domani contro lo Young Boys, match dove i giallorossi dovranno dare soprattutto un segnale di carattere vista la qualificazione ai sedicesimi già conquistata nel turno precedente. A presentare i temi della sfida Trigoria c’è stato come al solito Paulo Fonseca, accompagnato nell’occasione da Bryan Cristante. Queste parole del tecnico:

FONSECA IN CONFERENZA

La Roma in questo periodo non gioca mai di lunedì e domenica. Affronterete il Sassuolo nemmeno 72 ore dopo lo Young Boys. Ritiene la squadra penalizzata dal calendario?
Preferisco sempre avere più tempo per recuperare la squadra. Penso che le squadre che giocano normalmente in Europa League possano avere più tempo e giocare lunedì, ma non è una scusa. Abbiamo sempre ruotato i giocatori in questa fase, potrebbe essere più difficile più avanti.

Conferma la sfuriata dei Friedkin nello spogliatoio, lei che era abituato a un presidente assente?
Non è vero. Dal primo giorno che sono arrivato qui ho avuto sempre un grande rispetto verso i giornalisti. Un rapporto onesto. Questa notizia è una grande bugia, non è un lavoro serio. Non posso accettarlo. Questo non è rispettare la squadra.

La squadra ha capito gli errori commessi a Napoli? Pensa di cambiare ancora?
Certo, dopo la sconfitta, come ogni volta, abbiamo analizzato la partita e i calciatori hanno capito cosa non hanno fatto bene e dove dobbiamo migliorare, normale che succeda così.

Ha paura che la sconfitta di Napoli abbia minato la fiducia della squadra?
No, l’importante è capire cosa non ha funzionato contro il Napoli ma senza drammi e senza depressioni. E’ qualcosa che si crea fuori, ma non voglio che entri nello spogliatoio. La squadra ha capito, è fiduciosa, non sarà questo risultato con il Napoli che altererà la fiducia. L’atmosfera è buona, non ci sono motivi per non avere fiducia.

Molti suoi colleghi allenano anche in conferenza stampa, usano le dichiarazioni pubbliche per mandare messaggi ai giocatori. Lei riesce quasi sempre a rimanere impassibile. Ci dice almeno una cosa che ha rimproverato ai giocatori?
Cerco sempre di fare analisi equilibrate. Dopo ogni partita abbiamo conferenze e dichiarazioni, dobbiamo essere equilibrata. Una cosa è l’analisi che facciamo per voi giornalisti, un’altra cosa è quella nei dettagli che facciamo con la squadra. I giocatori hanno capito e non ho avuto problemi nel dire quello che pensavo.

Dzeko e Pellegrini sono apparsi lontani dalla migliore condizione fisica: giocheranno o riposeranno domani?
Vediamo. E’ vero però che sono stati fuori tanto tempo, dobbiamo fare attenzione alla condizione fisica e scegliere il meglio. Vedremo domani.

Domani la Roma si gioca il primato del girone. Sarà più attento alla prestazione, quindi alla reazione dopo Napoli, oppure al risultato?
Il risultato è sempre più importante, ma sarà importante anche la prestazione. La squadra deve fare quello che sa fare, giocare come sa, senza pensare alla partita di Napoli. Quella è finita, abbiamo finito le analisi di quello che abbiamo fatto male e che dobbiamo migliorare. Sarà un’altra partita quella di domani e dobbiamo giocare per vincere.

FONSECA A SKY SPORT

Su Smalling e Veretout
Veretout ha fatto gli esami e non ha lesioni, fortunatamente, solo un fastidio. Mancini aveva già una lesione prima del match contro il Napoli, l’ho fatto giocare prendendomi un rischio ma non è peggiorato, in pochi giorni rientrerà, magari non con il Sassuolo ma dopo. Smalling ha lavorato ma sente ancora un piccolo dolore al ginocchio, vedremo. Kumbulla e Fazio sono tornati dopo il Covid-19, sono stati fermi tanto e non sono nella miglior condizione fisica per giocare.

Sulla sconfitta di Napoli
Ho parlato con la squadra, i giocatori hanno capito cosa sia successo, non ho dubbi sul fatto che si possa andare avanti con la solita fiducia. Abbiamo avuto un problema difensivo che ha destabilizzato la squadra e dopo è mancato coraggio per imporre il nostro gioco nella fase offensiva.

Sul turnover in Europa League
In alcune posizioni non possiamo cambiare molto, per esempio nel ruolo di difensore centrale, in altre invece farò alcune modifiche, anche in vista della partita di campionato contro il Sassuolo.

Tra circa un mese inizia il mercato invernale, questo è un campionato che sta dando occasioni a tutti perché c’è un certo livellamento: pensa che la società possa darle un aiuto in questo senso per coprire 2-3 ruoli in cui c’è più bisogno di alternative?
Io sono sempre in contatto con il presidente, stiamo parlando di quello che può succedere quando riaprirà il mercato. Vediamo cosa possiamo fare insieme per migliorare la squadra.

Cosa le hanno detto i Friedkin dopo la loro prima sconfitta a Napoli?
Ho parlato solo due, tre minuti con il presidente ma è tutto ok.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy