Roma: sull’altare Florenzi firma il gol più bello, sotto gli occhi del suo procuratore e degli amici di sempre

Il suo scudetto personale intanto l’ha già vinto: non sul campo, ma sull’altare. Al fianco della sua Ilenia, con la quale ha firmato un contratto a vita

di Redazione, @forzaroma

Tanta qualità in campo, piede educato che mette il pallone dove vuole e tanto, tanto cuore. Tradotto: Alessandro Florenzi. Un cuore diviso a metà: da una parte batte per il giallorosso della Roma, la squadra di sempre che lo ha consacrato definitivamente nel grande calcio. Dall’altra l’amore per la sua Ilenia, la donna che ha promesso di restare al suo fianco per tutta la vita. Nessun comunicato ufficiale, ma certo possono confermarlo i tanti invitati al loro matrimonio. Ieri infatti, nella chiesa di San Pietro in Montorio, non c’erano i tre punti in palio, ma è stata la vittoria più bella di sempre.

Niente pantaloncini e scarpini per l’occasione, ci mancherebbe… camicia bianca, invece, giacca nera e papillon, per uno dei giorni più importanti. Ricevimento organizzato nel cuore di Roma: Villa Piccolomini, ad un passo dal Gianicolo e una vista da lasciare a bocca aperta. Al fianco di Alessandro la famiglia e gli amici di sempre, impossibile perdersi il grande sì. Tanta Roma presente alla cerimonia: da De Rossi (in compagnia del padre Alberto) a Nainggolan, passando per De Sanctis, Balzaretti e Destro, senza dimenticare Stramaccioni e Bertolacci (ancora al Genoa ma ad un passo dai giallorossi).

Come riporta gianlucadimarzio.com, testimoni sull’altare due persone fondamentali per la sua vita e la sua carriera, due colonne alle quali appoggiarsi nei momenti del bisogno: il fratello Emiliano e il suo agente Alessandro Lucci. Amico più che procuratore, un punto di riferimento sul quale contare. Sempre presente nei momenti importanti dei suoi assistiti: come nel 2013, quando fece da testimone anche al matrimonio di Mirko Vucinic. Ringraziamenti finali prima del triplice fischio.

Papà Luigi prende la parola e ci tiene particolarmente a sottolineare l’importanza che ha avuto proprio Alessandro Lucci nella vita professionale del figlio. Sempre attento ad ogni particolare, con l’obiettivo (più che raggiunto) di portarlo ai massimi livelli. Una carriera sempre più in rampa di lancio, con quel sogno nel cassetto di vincere il tricolore con la Roma. Il suo scudetto personale intanto l’ha già vinto: non sul campo, ma sull’altare. Al fianco della sua Ilenia, con la quale ha firmato un contratto a vita, senza clausole. Felicitazioni.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy