Roma scaccia la voce di Villas Boas: “Luis Enrique è il futuro”

di Redazione, @forzaroma

(Ansa)“E’ un momento di grandissima difficolta’. A Palermo arrivera’ una Roma sofferente, per i risultati e per la situazione contingente”. Le parole del direttore sportivo Walter Sabatini fotografano alla perfezione la delicata condizione in cui versa la formazione di Luis Enrique.

I giallorossi, infatti, oltre a dover gestire il contraccolpo della sconfitta nel derby, dovranno fare i conti con le pessime notizie provenienti dall’infermeria, con l’assenza di Pjanic.

 

Non certo la migliore situazione per il tecnico asturiano, di qui alla fine della stagione sotto esame continuo. Baldini ha incontrato Villas Boas a Londra, scrive un sito inglese. Ma la cena a Chelsea sarebbe avvenuto a dicembre, ovvero in tempi non sospetti, e d’altra parte la societa’ ha ancora oggi ribadito la sua fiducia in Luis Enrique: ”Non e’ in discussione, e’ il futuro della Roma”, assicura Sabatini.

Oltre che con i risultati, ci sara’ pero’ da fare i conti con gli umori dell’allenatore, dopo lo sfogo post derby. E non e’ un caso che le voci londinesi puntino sul tecnico portoghese appena esonerato dal Chelsea e gia’ accostato all’Inter (”solo voci”, ha smentito anche Moratti): era stato lo stesso Baldini, prima di sbarcare a Roma, ad aver confessato una simpatia per lui, frenata solo dall’alta clausola rescissoria del Porto. Ora pero’ Luis Enrique pensa a Palermo. Dopo aver appreso del grave stop di Juan (50 giorni out per una lesione di secondo grado del legamento collaterale mediale del ginocchio destro), e’ arrivata anche la notizia riguardante l’infortunio di Pjanic: il centrocampista bosniaco, a causa di una lesione di primo grado al bicipite femorale sinistro, dovra’ restare lontano dai campi per tre settimane e saltera’ quindi la trasferta del Berbera, e i successivi impegni con Genoa in casa e Milan a San Siro.

L’assenza di Pjanic rappresenta l’ennesima tegola sulla testa dell’allenatore in un momento gia’ particolarmente negativo. Che potrebbe in parte migliore se giovedi’ dovesse essere accolto il ricorso per le due giornate di squalifica inflitte a Osvaldo. L’attaccante, assieme ai compagni di squadra, oggi e’ tornato ad allenarsi sotto gli occhi del ds Sabatini che ai microfoni di Roma Channel ha ammesso come ci sia ”molta mortificazione nei calciatori per il derby perso. La situazione e’ negativa, ma ripartiremo anche questa volta”.

Magari con una certezza in piu’ legata proprio alla figura del ds. ”Il contratto? Sono pronto a rinnovare anche subito” ha infatti confessato Sabatini parlando del suo legame con la Roma in scadenza a giugno. Piu’ lontana, almeno sulla carta, e’ invece a data di scadenza scritta sul contratto di Luis Enrique. E l’asturiano, stando alle parole di Sabatini, almeno fino al 2013 non lascera’ la panchina giallorossa. ”E’ il futuro della Roma, non e’ stato mai in discussione, e non lo e’ neanche ora – ha dichiarato il ds a SkySport24 -. Continuera’ a svolgere il suo lavoro a Roma, sempre se lo vorra’. La Roma comunque non ha incontrato e non incontrera’ altri allenatori”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy