Roma-Samp, il web blucerchiato: “Facciamo come nel 2010! La Roma? Mi ricorda Indurain…”

di finconsadmin

(di Mirko Porcari) – C’è tutto per essere ottimisti: squadra ritrovata, fiducia nel tecnico e voglia di stupire. La Sampdoria targata Mihajlovic è riuscita a ricucire il rapporto con i propri tifosi, un percorso costruito prestazione dopo prestazione, 10 punti nelle ultime 5 partite e la sensazione di avere tra le mani un gruppo capace di dimenticare in fretta le sofferenze dell’era Delio Rossi.

La zona retrocessione è solamente un brutto ricordo, il 2014 ha portato una ventata di aria nuova che coincide con la speranza di un ritorno tra i protagonisti: nessuno, nel web bluerchiato, si azzarda a parlare di Europa, ma la leggerezza con cui viene affrontata la strada per l’Olimpico è la cartina al tornasole di un momento in cui tutto è possibile.

 

“La Roma è forte davvero ma questa sera sarà battaglia” la promessa di molti supporters liguri abbraccia quella di Mihajlovic che in conferenza ha avvertito i giallorossi sulle difficoltà oggettive che troveranno in campo: “Siamo consapevoli della forza dei giallorossi ma noi, in questo campionato, vogliamo battere per la prima volta una grande…”

 

In questo senso Rudi Garcia è stato chiaro: “Vogliamo vincere per lasciarci alle spalle la serata del San Paolo” ed è quello che si augurano tutti i tifosi romanisti, presenza più o meno virtuale in una domenica dalle curve chiuse; il dibattito è aperto e coinvolge anche i tifosi di fede blucerchiata: “questa cosa della discriminazione territoriale non si può davvero sentire. Su tutte le città si dice qualcosa di particolare ma fa parte dell’essere tifoso…Anche a noi di Genova non hanno risparmiato mai niente, eppure tutto questo clamore non c’è…” riferimento, ovviamente, a cori che si sentono da anni e che sono entrati a far parte del bagaglio canoro di chi viaggia in tutti gli stadi dello stivale.

 

“Speriamo siano stanchi per la gara disputata mercoledì…Poi con un pò di fortuna potrebbe scapparci anche un risultato a sorpresa.” seppellito il timore reverenziale, la sfida si sposta sui binari della psicologia, con la Roma che “potrebbe risentire del contraccolpo mentale dopo l’uscita dalla Coppa Italia”, un appiglio che rende meno insidiosa la trasferta capitolina.

 

Colpisce molto l’equilibrio che pervade i post dei tifosi internauti: “La Roma è una squadra mostruosamente superiore e storicamente in casa loro ci rompe sempre le ossa…Detto questo, sono sicuro che i ragazzi scenderanno in campo con un atteggiamento tutt’altro che rinunciatario.” la cura Sinisa ha effetto anche sul morale degli innamorati doriani, pronti a ricordare nottate infauste regalate ai romanisti: “Non sono proprio d’accordo sulla loro tradizione casalinga. Mi sembra che quando è contato qualcosa, siamo noi ad aver rotto le uova nel loro paniere…” il ricordo della debacle interna nell’aprile del 2010 brucia ancora per chi sperava nello scudetto, un ricorso storico che fa rabbrividire i più scaramantici. La sostanza, comunque, è racchiusa in una similitudine che disegna perfettamente la vena combattiva di un gruppo che sta affilando le armi per la seconda parte della stagione: “La Roma è un cingolato, vero…Ma noi possiamo essere un’ottima mina anticarro…”

 

Ad interpretazione la chiusura finale di un tifoso blucerchiato, impegnato in un paragone di stampo ciclistico: “La Roma, la Roma…Sì, quando ci penso mi viene in mente Indurain, ve lo ricordate?” Che sia un bene o un male, decidetelo voi.

 

 

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy