Roma, perché Bojan? C'è già Caprari…

di finconsadmin

Luis Enrique fa sul serio. Ieri la firma, oggi i nomi dei potenziali acquisti. Il tecnico asturiano ha redatto una lista di venti calciatori per il ds Walter Sabatini. Tra questi sono presenti sicuramente tre del Barcellona B.

Sono Manuel Montoya, Oriol Romeu e Marc Bartra: quest’ultimo è un difensore che ha già esordito in Champions League. Il nome che più di tutti farebbe il caso della Roma è, tuttavia, quello di Manuel Montoya, diciottenne terzino destro. Arrivato alla Masia già nel 2000 è considerato attualmente l’erede di Dani Alves. Nell’ultimo campionato ha disputato 30 incontri, 29 dal primo all’ultimo minuto. La rosa romanista conta in quel ruolo già tre elementi, ma nessuno per vari motivi dà assoluta affidabilità. Cassetti a 34 anni non può garantire un rendimento assoluto, Cicinho ha trascorso al Villarreal l’ennesima stagione fallimentare e Rosi è definito ancora troppo acerbo.

Spuntarla con il Barcellona però non sarà facile. Ha un contratto fino al 2012 e la dirigenza blaugrana è consapevole di avere un gioiellino tra le proprie mani. Come ne dovrebbe aver coscienza la Roma a proposito di molti dei propri ragazzi, aggiungiamo noi. Ieri, a proposito, la Primavera di Alberto De Rossi ha conquistato la finale scudetto sconfiggendo 2-0 il Genoa a Pistoia. E dunque ci permettiamo, tra il serio ed il faceto, di stilare una nostra lista di nomi a Luis Enrique. Cominciamo dal portiere. Mirko Pigliacelli, classe ’93, Nazionale Under 18, cresciuto nel Rignano Flaminio, è considerato dagli addetti ai lavori il secondo numero uno del settore giovanile italiano dietro soltanto a Bardi dell’Inter. Nella Final Eight non ha subito neanche un gol, si distingue per il suo temperamento e per la sua reattività tra i pali. In riferimento a Montoya, attenzione al nostro esterno destro difensivo, Stefano Sabelli, anch’egli classe ’93 e nazionale, motorino della fascia. Come centrale segnaliamo Luca Antei, che milita nell’Under 19, ragazzo proveniente dal Tor di Quinto. Nella Primavera è il leader della difesa, ricorda Juan per il senso d’anticipo e si fa notare per la bravura sulle palle alte. Ieri il gol del vantaggio giallorosso è stato il suo. A centrocampo la coppia formata da Alessandro Florenzi e Federico Viviani.

Il primo, classe ’91, nazionale Under 20, ha come modello Pizarro. Ex trequartista, ora detta i tempi della squadra, è il capitano della Primavera ed ha esordito in prima squadra nell’ultima giornata di campionato contro la Sampdoria. Viviani, classe ’92, invece, è andato in panchina nella sfida dell’Olimpico contro il Parma. Cagnaccio del centrocampo, gioca nella Nazionale Under 19. Giocatore di grande personalità, non disdegna i tiri da fuori. Andrea Montini, 20 anni, è il centravanti di De Rossi. Nonostante il gran fisico, è molto rapido. Per la dimostrazione, vedere il secondo gol della Roma contro il Genoa. E’ il capocannoniere con undici reti, gioca nella Nazionale Under 20. Ultimo nella nostra lista, ma assolutamente non per demerito: Gianluca Caprari, Under 18, l’uomo del dribbling, il Bojan de’ noantri. Già tre presenze nella Roma di Totti. E’ il maggior talento della cantera giallorossa. Anzi, Primavera. Perchè dobbiamo tenerci alle nostre definizioni e ai nostri ragazzi, troppo spesso relegati nelle serie inferiori. Li osservi attentamente, Luis Enrique. Si potrebbero risparmiare tanti soldini ed ottenere lo stesso risultato. Basta crederci.

 

 

(calciomercato.com)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy