Roma, parte l’avventura ad Irdning. Cercasi acquirenti per gli esuberi

di Redazione, @forzaroma

(di Alessio Nardo) Si ritorna indietro di un mese. Sembra quasi di ripartire da zero, e invece non è così. Stavolta la Roma non vola a Riscone di Brunico, ma oltrepassa i confini nazionali, calcando il suolo austriaco di Irdning. Inizia così, in via ufficiale, la seconda fase del ritiro estivo giallorosso.

 

Stamattina la partenza dalla Capitale, atterraggio a Graz intorno a mezzogiorno, viaggio in pullman (direzione Irdning) e arrivo alle 13.45. Un po’ di riposo per tutti e nel pomeriggio (ore 17.30) primo allenamento. Assenti Dodò e Castàn, lavoro differenziato per De Rossi (appena rientrato dalle vacanze post Europeo) ed i neoacquisti Bradley, Destro, Piris e Balzaretti. Domenica 5 agosto alle 17.30 la Roma affronterà la settima amichevole stagionale contro una selezione locale.

 

VIA GLI ESUBERI – Siamo in piena estate e il mercato è sempre in prima pagina. Dopo i nove (!) acquisti ufficiali del mese di luglio (Dodò, Svedkauskas, Lucca, Castàn, Tachtsidis, Bradley, Destro, Piris e Balzaretti) è tempo di pensare ai movimenti in uscita. Da piazzare i numerosi esuberi, esclusi da Zeman dalla lista dei convocati per Irdning.

 

Aleandro Rosi e José Angel, terzini bocciati dal boemo, dovrebbero finirea breve rispettivamente al Parma e al Benfica (sullo spagnolo c’è anche il Valencia), Alessandro Crescenzi approda ufficialmente al Pescara in prestito. Più complessa la situazione legata a Gabriel Heinze. L’argentino è rimasto molto deluso dal “taglio” di Zeman e ora è costretto a trovarsi una nuova squadra. Il Bologna, già in passato vicino all’ex pilastro della Seleccion, tramite il suo ds Roberto Zanzi, definisce “non percorribile” tale pista di mercato. Alla finestra c’è l’Olympiakos, in ottimi rapporti con la Roma dopo la felice conclusione dell’affare Greco. In sostituzione di Heinze, come terzo centrale, Walter Sabatini avrebbe individuato nel gigante brasiliano Rhodolfo (un metro e novantatre di altezza) del San Paolo l’obiettivo prioritario.

 

STEKELENBURG E OSVALDO – Il mese di agosto rischia di accendersi sul doppio fronte Stekelenburg-Osvaldo. Dati da molti per sicuri pilastri della nuova Roma, il portiere olandese ed il puntero italoargentino potrebbero costituire le due uscite eccellenti (oltre a Borini) del mercato romanista.

 

Fa scalpore l’intervista rilasciata quest’oggi a Voetbal International da Robert Jansen, agente di Stekelenburg: “Maarten è felice in giallorosso, sa di essere in un grande club – le sue parole – Ma anche il Tottenham è una big, e per lui giocare in Premier League è un sogno da sempre”. Gli Spurs, non a caso, si stanno seriamente muovendo per assicurarsi l’estremo difensore orange.

 

Ipotetici sostituti? Studio Sport rilancia le quotazioni di Stefano Sorrentino del Chievo, ma l’idea più suggestiva resta legata a Julio Cesar. Il brasiliano, ormai in rotta con l’Inter, potrebbe rientrare in un clamoroso scambio di prestiti col contemporaneo approdo a Milano di Osvaldo. Per ora sono solo voci e indiscrezioni. Ma la questione andrà attentamente seguita sino agli ultimi giorni di mercato.

 

BALZARETTI ABBRACCIA LA ROMA – Tutto in 72 ore. La trattativa flash, l’arrivo a Trigoria (con firma del contratto) e partenza immediata per Irdning. Federico Balzaretti è già un totem della nuova Roma targata Zeman. Esperienza, carisma, rendimento garantito. Un acquisto intelligente.

 

Oggi, ai microfoni di RTL, ha parlato la moglie del ragazzo, Eleonora Abbagnato, famosa attrice e ballerina italiana dell’Opéra di Parigi: “Siamo andati ieri nella Capitale dove Federico finalmente ha firmato il contratto, dopo essere stato cercato da tutti – ha detto – Purtroppo il sogno di giocare nel Paris Saint Germain non si è avverato, ma siamo arrivati nella nostra Capitale e siamo lo stesso tanto contenti. Spero che riuscirà a far sognare tutti i tifosi della Roma come ha già fatto nella mia città, Palermo. Ha pianto tantissimo per questo addio: Palermo è sempre casa nostra e ci torneremo sicuramente spesso”.

 

E da Palermo, per Balzaretti, arriva un saluto speciale. Quello dell’amico, ex compagno e capitano rosanero Fabrizio Miccoli, attraverso il social network Twitter: “Che strana sensazione vederti con un’altra maglia. In bocca al lupo Balza e grazie per questi 5 anni passati insieme“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy