La Roma respira: 2-1 al Parma firmato Micki e Veretout – FOTO

La Roma respira: 2-1 al Parma firmato Micki e Veretout – FOTO

Sblocca Kucka su rigore provocato da Cristante, poi il pareggio dell’armeno e il gol vittoria del centrocampista francese che riporta i giallorossi davanti al Milan

di Valerio Salviani, @vale_salviani

La Roma torna a respirare. Dopo tre sconfitte consecutive la squadra di Fonseca ritrova la vittoria in rimonta contro il Parma. All’Olimpico i gialloblù passano in vantaggio con Kucka su rigore, poi subiscono prima il pari di Mkhitaryan e poi il gol vittoria di Veretout, vera anima della squadra in questo momento della stagione. Proteste degli emiliani per un rigore non concesso da Fabbri dopo un mani sospetto di Mancini. Da rivedere la difesa a tre, ma una vittoria che pesa perché permette alla Roma di rimettersi davanti al Milan in classifica.

FRITTATA CRISTANTE, SEGNA IL PARMA – Sulle note di Ennio Morricone che riecheggiano nell’Olimpico vuoto la Roma scende in campo con il nuovo 3-4-2-1. Con Smalling out per infortunio, al centro della difesa Fonseca mette Cristante, affiancato da Mancini e Ibanez. Una scelta che paga subito in negativo. Al 6’ Cornelius scappa proprio a Cristante sulla corsia centrale, l’ex Atalanta lo atterra in area con un calcio da dietro. Fabbri lascia correre, poi va a rivedere al Var e cambia la decisione: calcio di rigore e ammonizione per il numero 4. Da dischetto Kucka è glaciale e spiazza Pau Lopez portando i suoi avanti. La Roma prova a reagire ma è anche sfortunata, così al 17’ un bel tiro di Pellegrini che aveva superato Sepe si infrange sul palo.

SEMPRE MICKY, REAZIONE ROMA – I giallorossi attaccano prevalentemente a sinistra, dove né Darmian né Kucka riescono a contenere gli affondi di Spinazzola. Al 26’ il terzino mette una palla d’oro sul secondo palo, Bruno Peres arriva a schiacciare di testa ma non c’entra la porta. Il Parma prova a farsi pericoloso soprattutto in contropiede affidandosi all’ex Gervino, che al 29’ dopo una discesa delle sue si accentra, tira e trova la chiusura di Mancini, posizionato bene. Il pallino del gioco resta in mano alla Roma, ma gli uomini di Fonseca faticano a trovare la porta. La svolta c’è al 42’: Bruno Peres indisturbato in area serve al centro, velo di Pellegrini e destro secco di Mkhitaryan su cui Sepe non può opporsi. È 1-1, ma la Roma con Ibanez ha addirittura l’occasione di chiudere il primo tempo avanti. Il brasiliano stacca di testa su calcio d’angolo e Sepe resta a guardare il pallone che lambisce il palo e si perde sul fondo. La prima frazione si chiude in parità.

 

 

LA SCOSSA DI VERETOUT, ROMA AVANTI – La Roma riparte come aveva chiuso la prima frazione, ondeggiando da una fascia all’altra con cross che in area non trovano mai un destinatario. Il primo tiro in porta arriva dopo cinque minuti ancora dai piedi di Mkhitaryan, ma stavolta il suo destro da fuori è facile preda di Sepe. Ai giallorossi serve la scossa per ribaltare un match onestamente dominato. Scossa che arriva da uno dei migliori in questo post lockdown. Jordan Veretout porta la Roma in vantaggio con un gran destro da fuori che si infila nell’angolo, dove il portiere rossoblù non può arrivare. Rimonta completata, Fonseca tira un (piccolo) sospiro di sollievo. Al 67’ il tecnico toglie Bruno Peres e inserisce Kolarov, spostando Spinazzola a destra. Al 73’ Fabbri torna al Var per un mani dubbio di Mancini in area, ma stavolta l’arbitro decide di non concedere rigore.

FORCING PARMA, MA È VITTORIA – La non chiamata di Fabbri scuote il Parma che dal 78’ comincia un forcing offensivo schiacciando la Roma nella sua metà campo. Fonseca prova a rialzare il baricentro della squadra mettendo Villar e Perez al posto di Diawara e Pellegrini. Il centrocampista ha subito l’occasione per chiudere il match con un rigore in movimento, ma il suo piattone destro è debole ed è neutralizzato da Sepe. Dopo lo spavento il Parma si ributta in attacco. Fonseca gioca anche la carta Zaniolo all’89’ per provare ancora a rialzare la squadra, sempre più schiacciata. A tre minuti dal termine Perez ruba palla sulla trequarti ma in situazione di 3 contro 2 non riesce a servire Dzeko, che si infuria. Nel finale ancora Villar si divora un gol già fatto, calciando addosso a Sepe da solo davanti alla porta. Il risultato non cambia più. La Roma riesce a portare a casa una vittoria importante.

 

 

TABELLINO

Roma-Parma 1-1
Marcatori:
9′ Kucka, 43′ Mkhitaryan

ROMA (3-4-2-1): P. Lopez; Mancini, Cristante, Ibanez; B. Peres (67′ Kolarov), Veretout, Diawara (82′ Villar), Spinazzola; Mkhitaryan (90′ Zaniolo), Pellegrini (82′ Perez); Dzeko.
A disposizione: Mirante, Zappacosta, Cetin, Fazio, Perotti, Pastore, Under, Kalinic.
Allenatore: Paulo Fonseca.

PARMA (4-3-3): Sepe; Darmian, B. Alves, Iacoponi, Pezzella; Hernani (87′ Scozzarella), Barillà (63′ Karamoh), Kucka; Kulusevski (81′ Carprari), Cornelius (45′ Kurtic), Gervinho (87′ Sprocati).
A disposizione: Colombi, Dermaku, Laurini, Gagliolo, Regini, Gaston, Grassi
Allenatore: Roberto D’Aversa.

Arbitro: Fabbri
Assistenti:
Liberti e Gori
IV Uomo:
Pezzuto
VAR:
Mazzoleni
AVAR: Del Giovane

NOTE Ammoniti: 9′ Cristante, 49′ Bruno Peres, 69′ Nuno Campos, 71′ Diawara, 78′ Mkhitaryan, 85′ Kurtic, 96′ Ibanez

LIVE PREPARTITA

Ore 21.10 – Entrano in campo Roma e Parma per il riscaldamento. Poco più di mezz’ora al fischio d’inizio.

Ore 21.00 – Sul terreno dell’Olimpico anche i portieri del Parma. Il titolare stasera è Sepe.

Ore 20.57 – In campo i portieri della Roma. Intanto è ufficiale la formazione dei giallorossi.

20.20 – La Roma è arrivata in pullman allo stadio Olimpico.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. noel - 1 mese fa

    Ancora Bruno Peres dal primo minuto? Incredibile… un altro autogol di Fonseca?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy