La Roma rinuncia a 4 mesi di stipendio, risparmio di 30 milioni. Fienga: “Dimostrata unità di intenti”

Anche il management rinuncerà a parte del salario, mentre gli atleti giallorossi hanno concordato di pagare la differenza economica per garantire che ogni dipendente interessato dagli ammortizzatori sociali continui a percepire il proprio contratto netto

di Redazione, @forzaroma

La notizia circolava con insistenza già da qualche giorno, ora è ufficiale: la Roma vara il taglio stipendi. Lo fa sapere lo stesso club attraverso un comunicato: i giocatori della prima squadra, insieme a Fonseca e il suo staff, si sono offerti volontariamente di rinunciare a quattro mesi di stipendio per la stagione in corso con lo scopo di aiutare il club a superare la crisi economica che ha travolto il mondo del calcio dopo lo scoppio del Coronavirus. Anche il management del Club rinuncerà a una parte del salario in questo periodo per aiutare l’azienda.

Ecco il comunicato ufficiale. 

“L’AS Roma comunica di aver raggiunto un accordo finanziario con i calciatori della prima squadra, l’allenatore e il suo staff, relativo al resto della stagione 2019-2020, per mitigare l’impatto economico e finanziario causato dal rinvio mondiale di tutte le attività sportive a causa della diffusione del virus Covid-19. L’accordo raggiunto vedrà i calciatori, l’allenatore e il suo staff rinunciare a percepire gli stipendi relativi ai mesi di marzo, aprile, maggio e giugno 2020, per un importo complessivo lordo pari a circa 30 milioni di euro. La Società e i suoi calciatori, l’allenatore e il suo staff, hanno inoltre definito un piano di incentivi individuali per le successive stagioni sportive, nonché sulla stagione in corso qualora le competizioni sportive riprendessero e la stagione venisse regolarmente conclusa. Nelle prossime settimane saranno perfezionati gli accordi individuali, come richiesto dalle normative vigenti.

I calciatori della prima squadra, l’allenatore e il suo staff si sono inoltre impegnati a compensare la differenza della retribuzione netta che sarà percepita dai dipendenti interessati dagli ammortizzatori sociali. Infine, la Società ha raggiunto un accordo anche con il management del Club, che rinuncerà a percepire una parte del proprio salario in questo periodo. Anche in questo caso, nelle prossime settimane saranno perfezionati gli accordi individuali, come richiesto dalle normative vigenti.

L’AS Roma ringrazia i calciatori, l’allenatore e il suo staff, e i dirigenti per il sostegno alla Società in questo periodo particolarmente complicato.

La Società ha immediatamente affrontato il nuovo scenario nazionale e internazionale caratterizzato dalla diffusione del virus Covid-19 e dalle conseguenti misure restrittive che le autorità pubbliche dei singoli paesi interessati hanno posto in essere ai fini del suo contenimento, attivando misure eccezionali per tutelare la salute dei propri tesserati, dipendenti e collaboratori. Fra queste, sono state introdotte misure relative all’igiene presso tutte le proprie sedi e all’organizzazione del lavoro da remoto per il personale d’ufficio, per garantire la continuità delle attività non sportive, e sono state sospese tutte le attività sportive, nel rispetto delle previsioni della normativa nazionale e delle raccomandazioni delle autorità sanitarie nazionali.

La Società continuerà a monitorare costantemente l’evolversi della situazione emergenziale connessa alla diffusione del virus COVID-19, in considerazione sia del mutevole quadro normativo di riferimento, sia del complesso contesto economico globale, al fine di valutare l’eventuale adozione di ulteriori misure a tutela della salute e del benessere dei propri tesserati, dipendenti e collaboratori”.

Arrivano, attraverso il sito ufficiale del club, i ringraziamenti da parte di Fienga: “Parliamo sempre dell’unità di intenti della nostra Società e, attraverso la scelta spontanea di tagliarsi lo stipendio per il resto della stagione, i giocatori, l’allenatore e il suo staff hanno dimostrato che siamo davvero tutti assieme. Dzeko, tutti i giocatori e Fonseca hanno dimostrato di comprendere veramente cosa rappresenta questo Club e li ringraziamo anche per il loro magnifico gesto nei confronti dei nostri dipendenti”.

In una lettera indirizzata al CEO Guido Fienga, i giocatori hanno dichiarato: “Scriviamo per esprimere il nostro sostegno alla Società per tutto quanto sta facendo in questo periodo al fine di superare le difficoltà create dall’emergenza Covid-19. Noi giocatori siamo pronti a riprendere a giocare appena sarà possibile dando il massimo per raggiungere i nostri obiettivi, ma ci rendiamo anche conto che tutto ciò  non basterà a far fronte alle conseguenze economiche dell’emergenza in corso. Con la speranza di fare qualcosa che aiuti la Società a far ripartire al meglio il progetto Roma che tutti condividiamo, abbiamo deciso di fare questa proposta finanziaria. Confermiamo inoltre tutto il nostro supporto alle iniziative della Roma e di Roma Cares per aiutare chi si trova in difficoltà a causa del virus. Forza Roma!”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy