Roma-Napoli, Rocchi sospende il match per cori di “discriminazione razziale”

Roma-Napoli, Rocchi sospende il match per cori di “discriminazione razziale”

Il direttore di gara, dopo aver dato il via all’annuncio dello speaker, ha preso il pallone dando lo stop alla gara per alcuni minuti: Dzeko è poi salito in cattedra da capitano

di Redazione, @forzaroma

La Roma è avanti 2-0 sul Napoli, ma attorno al 65′ del secondo tempo a diventare protagonista è Gianluca Rocchi. L’arbitro di Firenze, infatti, ha sospeso il match al 68′ per il prolungarsi dei cori discriminatori che si sono alzati dagli spalti dello Stadio Olimpico. Prima l’annuncio dello speaker, su iniziativa dello stesso direttore di gara che ‘minacciava’ la sospensione della partita. Poi, un paio di minuti più tardi, lo stesso Rocchi ha dato lo stop provvisorio alla sfida prendendo il pallone. Dzeko è così salito in cattedra dirigendosi verso la Curva Sud: prima il bosniaco, capitano della Roma quest’oggi, ha invitato i suoi tifosi a fermarsi con i cori di ‘discriminazione razziale’ (così li ha definiti lo speaker) e poi li ha incitati a usare la voce esclusivamente per sostenere la squadra.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy