Roma vedi Napoli e poi godi: 2-1 ad Ancelotti e quarto posto blindato – FOTO

Roma vedi Napoli e poi godi: 2-1 ad Ancelotti e quarto posto blindato – FOTO

giallorossi vincono la terza partita consecutiva: a segno ancora Nicolò e Veretout su rigore. Ora è terzo posto

di Marco Prestisimone, @M_Prestisimone

La Roma di Fonseca mette il turbo. I giallorossi dopo i successi contro Milan e Udinese vincono la loro terza partita consecutiva: 2-1 al Napoli grazie ai gol di un super Zaniolo nel primo tempo e di Jordan Veretout su rigore nella ripresa, dopo che sempre nella prima frazione Kolarov aveva sbagliato un penalty. Inutile la rete di Milik. Dzeko e compagni giocano una grandissima partita, guidati da un Pastore in stato di grazia superano l’Atalanta e si prendono il terzo posto momentaneo con 22 punti.

ZANIOLO FORZA 4 – Fonseca cambia due uomini rispetto alla trasferta di Udine: in campo dal 1’ Cetin al centro della difesa e Spinazzola a destra, con Florenzi alla quarta esclusione di fila. La prima notizia sono i fischi assordanti a ogni tocco di Kostas Manolas: l’Olimpico non gli ha perdonato l’addio in estate. L’inizio è equilibrato e al 9’ arriva la prima vera occasione: è della Roma con Justin Kluivert, che calcia col destro dai 25 metri ma la palla si spegne di poco a lato. Al 12’ invenzione di Mancini, che a limite dell’area inventa un assist da fantasista navigato e serve in Pastore: il Flaco arriva in scivolata ma manda alto sopra la traversa. Il vantaggio è nell’aria e arriva al 19’: Mancini fa la seconda cosa da numero 10 della partita e lancia Spinazzola, che sul fondo mette la palla indietro per Zaniolo. Il numero 22 controlla si accentra e fa partire un destro che finisce sotto l’incrocio. È il quarto gol consecutivo di Nicolò, che nell’esultanza mostra a tutto lo stadio il suo nome sulla maglia e prosegue nel suo momento magico.

SPRECO E PALI – I giallorossi non si fermano e sciupano l’enorme occasione del 2-0: Callejon tocca col braccio in area, il Var lo segnala a Rocchi che dopo una brevissima on field review assegna il rigore. Sul dischetto ci va Kolarov che però si vede sbarrare la porta da Meret: è il secondo errore stagionale dopo quello a Lecce. Il Napoli dopo aver rischiato di affondare si rialza e reagisce: al 28’ è decisivo un intervento pazzesco di Smalling che salva sulla linea di porta un gol fatto dopo un colpo di testa di Di Lorenzo. Gli azzurri poi si rendono pericolosi ancora con Insigne due volte, ma Pau Lopez è attento. Al 41’ la doppia clamorosa occasione per il Napoli: Milik di testa a botta sicura prende la traversa, la palla arriva sui piedi di Zielinski che da fuori area colpisce il palo. La Roma trema, ma con un po’ di fortuna non cade.

AIR JORDAN – Il secondo tempo comincia sotto una pioggia torrenziale ma al 54’ arriva la svolta: Pastore “scherza” in area con la difesa del Napoli e crossa, Mario Rui tocca col braccio e per Rocchi non c’è dubbio: calcio di rigore. Dopo l’errore di Kolarov sul dischetto ci va Jordan Veretout che stavolta batte Meret e fa 2-0. L’Olimpico impazzisce e diventa una bolgia e la Roma viaggia sull’entusiasmo: al 60’ contropiede come contro l’Udinese, cinque passaggi e i giallorossi arrivano al limite dell’area con Kluivert, che colpisce in pieno la traversa. Pastore è una furia e tra recuperi, rabone e rincorse si guadagna migliaia di applausi dai romanisti, finalmente fieri delle giocate del Flaco. Al 66’ Rocchi sospende la partita per cori di discriminazione territoriale partiti dalla Curva Sud nei confronti dei tifosi napoletani. Il gioco si ferma per alcuni minuti, ma appena riparte il Napoli trova il gol: cross basso di Lozano, Cetin commette il suo primo errore di giornata e buca l’intervento in scivolata e Milik alle sue spalle mette dentro la porta indisturbato. I ritmi calano e la Roma troverebbe all’82’ anche il 3-1 con Dzeko di testa: il bosniaco però è leggermente oltre la linea di difesa del Napoli e il guardalinee annulla per fuorigioco. Nel finale entrano Perotti, Under e Santon, con Pastore che si prende una standing ovation come mai prima d’ora. Dopo sei minuti e un brivido per un tiro di Zielinski e l’espulsione di Cetin, la Roma può esultare.

 

 

TABELLINO

Roma-Napoli 2-1
Marcatori:
19′ Zaniolo, 55′ Veretout (rig.), 71′ Milik

Roma (4-2-3-1): Pau Lopez; Spinazzola, Cetin, Smalling, Kolarov; Mancini, Veretout; Zaniolo (81′ Under), Pastore (89′ Santon), Kluivert (77′ Perotti); Dzeko.
A disp.: Mirante, Fuzato, Jesus, Florenzi, Antonucci.
All.: Paulo Fonseca.

Napoli (4-4-2): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui; Callejon (58′ Lozano), Zielinski, Fabian Ruiz, Insigne (83′ Younes); Mertens (65′ Llorente), Milik.
A disp.: Karnezis, Ospina, Hysaj, Luperto, Maksimovic, Tonelli, Elmas, Gaetano.
All.: Davide Ancelotti (Carlo Ancelotti fuori un turno per squalifica).

Arbitro: Rocchi
Assistenti: Meli – Peretti
IV Uomo: Abbattista
Var: Aureliano
AVar: Lo Cicero

NOTE Ammoniti: 76′ Kluivert, 76′ Di Lorenzo, 86′ Spinazzola, 88′ Milik, 93′ Under, 93′ Cetin Espulsi: 96′ Cetin (doppia ammonizione) Spettatori: 34.502

LIVE PREPARTITA

Ore 14.27 – Ecco anche il Napoli, sommerso dai fischi dei tifosi giallorossi.

Ore 14.25 – Roma in campo per il riscaldamento, accolta dagli applausi dei tifosi che sono già all’Olimpico.

Ore 14.17 – In campo anche i portieri del Napoli con i preparatori.

Ore 14.12 – In campo i portieri della Roma, guidati da Pau Lopez: con lui Fuzato e Mirante.

Ore 14.00 – È arrivata la formazione ufficiale della Roma.

Ore 13.25 – La Roma è arrivata allo stadio Olimpico con il pullman del club.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy