Roma-Napoli, Di Chiara: “Conterà molto l’aspetto nervoso”

di finconsadmin

Alberto Di Chiara, ex difensore giallorosso e da pochi mesi entrato a far parte dell’organigramma del Parma, ha espresso la sua sull’imminente sfida di semifinale Tim Cup Roma-Napoli. Questa l’intervista al portale Tuttomercatoweb.com:

 

 

Che tipo di gara si attende stasera, considerando che per la prima volta in stagione sia Roma che Napoli giocheranno una sfida su andata e ritorno?
“Conterà molto il fattore nervoso e la Roma è in una situazione psicologica di vantaggio visti i recenti risultati, mentre il Napoli è in difficoltà. C’è un ambiente sfiduciato, il che non aiuta la squadra ad arrivare nel modo migliore possibile a questa gara. Ma potrebbe esserci il rovescio della medaglia, come ha detto anche Garcia mi sembra, è possibile una reazione da parte degli azzurri. In generale mi aspetto una partita molto aperta, dove si affrontano due squadre molto diverse: una, il Napoli, forte davanti ma incerta dietro, alla luce delle ultime gare. Hanno contribuito anche scelte di mercato discutibili vista la cessione di Cannavaro, che avrebbe potuto far comodo a Benitez a mio parere. L’altra invece, la Roma, che fa dell’equilibrio la sua arma vincente, specie dalla cintola in giù. Credo che i giallorossi siano i favoriti, ma il doppio scontro è sempre una cosa particolare, l’episodio può condizionare tutto”.

 

Altro elemento favorevole alla Roma può essere quello di non aver praticamente giocato domenica:
“Sicuramente, perchè fare oltre novanta minuti su un campo pesante come quello di domenica l’avrebbe condizionata. Io penso penso più all’aspetto mentale come un fattore condizionante, il Napoli deve ritrovare gli automatismi difensivi ed un equilibrio tattico, che in Italia è fondamentale”.

 

Un terreno pesante come quello dell’Olimpico, chi potrebbe favorire? 
“Il terreno pesante solitamente favorisce la squadra meno tecnica, che forse è il Napoli tra le due, però credo che sia altrettanto importante avere degli abili tiratori da fuori area in questi casi, ed entrambe li hanno. Uno su tutti è Totti, il Napoli dovrà essere molto attento, anche per le recenti insicurezze palesate dal portiere Reina, ammesso che giochi lui”.

 

Per quanto riguarda il suo Parma, oggi è stato il giorno delle presentazioni di Pozzi e Molinaro:
“Sono giocatori di esperienza e che possono utile alla causa per migliorare una classifica già eccellente. Sono di innesti di qualità, oltre che calciatori alla ricerca del riscatto. Non c’è stato il colpo in uscita, ma magari arriverà in estate, per un club come il Parma fare cassa è importante. Le offerte che sono arrivate evidentemente non erano all’altezza di quanto il club valutava i pezzi pregati”.

 

Dando uno sguardo al calendario, il Parma affronterà un poker di sfide davvero complicate nel periodo fissato per il recupero dell’Olimpico: Juventus, Lazio, Napoli e appunto Roma. 
“Il Parma può permettersi di affrontare qualsiasi squadra con tranquillità, anche se non con spavalderia. Sono partite difficili è vero, specie con la Roma si arriverà in una situazione logistica non ideale. E’ un tour-de-force importante, ma il Parma è nelle condizioni psicologiche e di classifica di poter affrontare chiunque con la consapevolezza dei propri mezzi e cercando la vittoria”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy