Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

news as roma

Mourinho difende i Friedkin: “Chi c’era prima ride con le tasche piene” – VIDEO

Getty Images

Le parole dello Special One: "La formazione titolare sarà quella vista contro la Juve con Karsdorp e Zaniolo titolari. La partita non è una svolta per noi, stiamo facendo un campionato positivo con performance migliori dei risultati"

Redazione

Mourinho ha partecipato alla conferenza stampa prevista per presentare il big match di domani contro il Napoli, valido per la nona giornata di Serie A. Queste le sue parole

MOURINHO IN CONFERENZA STAMPA

Spalletti ha detto che può essere una partita di svolta da entrambe le parti. Le chiedo il significato di questa partita per voi e le condizioni di zaniolo e Karsdorp... Stanno entrambi bene per giocare. La formazione titolare sarà quella vista contro la Juve con Karsdorp e Zaniolo titolari. La partita non è una svolta per noi, stiamo facendo un campionato positivo con performance migliori rispetto ai risultati ottenuti. Abbiamo 15 punti, ma dovevamo averne di più. Giocheremo per vincere, il Napoli è forte, le ha vinte tutte, ma giocheremo per vincere.

Tornando a giovedì, ha detto che il Bodo era più forte della Roma del primo tempo. In campo però c'erano Perez, Diawara e Kumbulla costati più di 70 milioni di euro. Perchè alcuni giocatori si sono involuti? Possono tornare a essere utili? E' sempre una conferenza post-partita, mai conferenza pre-partita. Non ti voglio rispondere in modo specifico e individuale su Kumbulla e Perez. Parlerò in generale e dirò qualcosa in più per rispondere a eventuali domande. La gente ride di quello che ha fatto la Roma, i Friedkin hanno ricevuto tra le mani errori di altri, lo stesso Tiago Pinto. La proprietà ha speso tanti soldi per rimediare a cose fatte prima e la gente ride. Qualcuno sicuramente ride con le tasche piene di soldi. Abbiamo speso per cercare di pulire e creare condizioni per successo di un progetto che ha bisogno di tempo. Quando qualcuno scrive che "Mourinho non è contento della società" è una bugia. E' normale che vorrei più giocatori, una rosa equilibrata con due giocatori per ruolo dello stesso livello per poter fare turnover e per fare 5 cambi. Però non sono uno str***o, ho grande rispetto per Pinto e i Friedkin e ho accettato questo lavoro capendo la situazione. Sono l'unico responsabile del risultato perché ho deciso di far giocare una squadra che rischiava di perdere, non immaginavo un tale disastro. L'ho fatto per paura degli infortuni, del vento, del sintetico e per i molti impegni. Ho sbagliato e la responsabilità è solo mia.

Domani lo stadio è pieno, ricordando i tifosi che hanno perso in trasferta, crede che vittoria possa cancellare tutto... Vittoria 6-1 contro il Napoli non cancella niente. Non cancella i miei sensi di colpa. La prossima contro il Bodo giocano i titolari. Abbiamo una cicatrice sul record infortuni, lo scorso anno abbiamo avuto molti infortuni. Dobbiamo evitare questo e lavoriamo tanto per farlo. Ho visto il Bodo come un'opportunità per far riposare alcuni e far giocare bravi ragazzi che meritano di giocare. Quando siamo andati in Ucraina ho fatto dei cambi, ma hanno giocato Smalling, Pellegrini ecc. Abbiamo mantenuto equilibrio. In Norvegia ho sbagliato ed è mia responsabilità. Purtroppo rimarrà nella storia della Roma e mia, ma è meritato. Io domani non penso a un risultato negativo.

La Roma ha perso due big match, la media nelle scorse stagioni è preoccupante... Non sono d'accordo. Nelle ultime stagioni abbiamo finito sesti e settimi. Se miglioriamo il piazzamento senza vincere contro grandi squadre va bene. A me piace giocare partite importanti, ma è limitante pensare così. Non entro in questa dinamica.

Spalletti teme una Roma arrabbiata, si può trasformare la rabbia in una grande partita? Contento della vittoria del Napoli di giovedì in Europa League? Non sono scaramantico. Non mi interessa quello che hanno fatto tre giorni fa. Il Napoli è una buonissima squadra con  grandi giocatori e un grande allenatore. La partita sarà difficile sia per noi che per loro. Anche la Roma ha grandi giocatori e un buon allenatore. Sarà un piacere salutare Spalletti, siamo amici, ridiamo sempre. Giovedì non si dimentica. Preferisco perdere contro il Bodo perché penso di ottenere più punti in Conference League. Il girone non è compromesso, stiamo tranquilli con i punti e possiamo finire primi andando in fondo alla competizione. Preferisco perdere una volta 6-1 che sei volte 1-0, ma non si dimentica

Ha chiuso sulla partita di Bodo, è stato chiaro sul rapporto sulla società. Le sue dichiarazioni nel post-partita di giovedì sono figlie della delusione della gara? Quando noi avevamo 4 vittorie su 4 ho parlato di San Pietro. Se Chiellini è infortunato, gioca de Ligt. Noi in qualche posizione abbiamo soluzioni di livello. In altre no, non ci si deve nascondere. Una cosa è una squadra, un'altra è una rosa. Dobbiamo costruire una rosa, ma ci serve tempo. I proprietari devono essere rispettati perché stanno lavorando a più livelli alla costruzione di un club. Io non ho problemi con loro, li rispetto. La mia mamma dice che quando invecchiamo perdiamo i filtri, parliamo senza filtri. C'è gente con le tasche piene, piene di commissioni e così via poi che spariscono quando gli fa comodo, cambiano numero di telefono. E pagano i Friedkin, Pinto e Mourinho che va in panchina. ma devo essere anche onesto e dire che giovedì è colpa mia e basta. Lasciate i Friedkin e Pinto in pace. Se la società pensa che può aiutarmi di più gli dico grazie. Vedrete la nostra panchina domani, non ci sono giocatori scarsi ma ragazzini di 17-18 anni. Domani c'è Missori

Ai suoi esterni chiederà di coprire? Loro devono preoccuparsi di Zaniolo e Mkhitaryan. Loro sono tutti bravi, ma anche noi. Lì non abbiamo problemi. Con umiltà dobbiamo rispettare punti forti avversari. Anche Luciano è umile e sa che deve preoccuparsi.