Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

news as roma

Roma, Mou ha ragione. Da Shomurodov a Perez: la media-gol è imbarazzante

Getty Images)

"Hanno segnato tanto in carriera?". La risposta è semplice: no. A parte Abraham lo score del pacchetto d'attacco è di 190 gol in 861 partite

Francesco Balzani

“Non ho Lewandowski”. Ma in fondo basterebbe molto meno. Josè Mourinho ha allargato le braccia quando gli è stato chiesto perché gli attaccanti romanisti (escluso Abraham ovviamente) segnano così poco. “In carriera hanno segnato sempre poco o da quando ci sono io?”. La risposta sta nei numeri, e sono desolanti. In questa stagione, complessivamente, si contano 12 gol spalmati su 5 giocatori. Solo otto in campionato. Praticamente meno di due a giocatore. Nessuna squadra in serie A almeno tra le prime dieci ha fatto peggio. Una apatia totale che - come dice Mou - viene da lontano. Andando ad analizzare le carriere più o meno brevi dei compagni di Abraham esce fuori una media di 0,22 gol a partita. Decisamente più bassa rispetto alla concorrenza. Basti pensare al Milan di Ibra, Giroud e Leao o all'Inter di Dzeko, Sanchez e Lautaro. Superiore anche la media di Napoli, Lazio, Atalanta e Fiorentina. Tutte possono vantare almeno una seconda punta con una media superiore allo 0,22.

 Getty Images

Solo Abraham alza la media: ecco i dati degli attaccanti di Mourinho

Iniziamo con il giocatore più caro, dopo Tammy, della gestione Pinto. Ovvero Eldor Shomurodov che a 26 anni (di cui 4 passati in Russia) “vanta” 52 gol complessivi in 258 gare con le squadre di club. Contando anche quelli messi a segno in Uzbekistan. Il suo score migliore in campionato risale al 2019 quando segno 12 gol a Rostov. La media è di 0,2 gol a partita. Ancora peggio ha fatto finora Carles Perez che ha esultato 21 volte in 131 occasioni con una media dello 0,15. Di questi ventuno ben 12 sono arrivati quando giocava col Barcellona B. Per cui sono appena 8 quelli segnati nella massima competizione: 2 al Barça, 7 alla Roma (in 66 presenze). Per ora la delusione più grande sta arrivando da Zaniolo, che però in fondo l’attaccante fino a pochi mesi fa nemmeno lo faceva. Nicolò ha segnato 18 gol in 108 partite (101 con la Roma). La media è solo dello 0,16. Pesano soprattutto le due reti di questa stagione mentre il record per ora è di 8 reti in 33 presenze al suo primo anno di Roma. Prima dei due brutti infortuni che sono molto di più che un semplice alibi. Non ha alibi, invece, la flessione totale di El Shaarawy. Il Faraone è quello con la media più alta (0,25) grazie ai 91 gol in 352 gare. Ma solo due volte è andato in doppia cifra in campionato: nella stagione di grazia milanista 2012-2013 e a Roma nel 2018-2019. Infine c’è Felix Afena-Gyan che per ovvi motivi non ha statistiche importanti a supportarlo se non la doppietta al Genoa e altre 10 apparizioni quest’anno senza timbrare il cartellino. Anche in questo caso la media è 0,18. Il totale è 190 gol in 861 partite per l’intero pacchetto romanista. Fa eccezione appunto Abraham che con 110 gol in 246 partite alza un po’ la media (la sua è di 0,45). Speriamo che già da stasera qualcuno possa tornare a sentire il brivido del gol, ma per il futuro i segnali di Mou sono chiari.