Roma mai senza segnare. E’ il nuovo record di Zeman

di Redazione, @forzaroma

Zeman da record. La Roma e’ tornata e in 16 giornate ha sempre segnato: prima d’ora al tecnico boemo non era mai capitata una striscia cosi’ lunga su una panchina di serie A con squadre di vertice, Lazio o Roma che fossero. Ma la tendenza a violare la porta degli avversari e’ una costante per Zeman che la scorsa stagione, sebbene nel contesto diverso della serie B, con il Pescara si era fermato alla 27/a giornata.

 

La formazione giallorossa, giunta alla quarta vittoria consecutiva, e’ l’unica squadra della serie A 2012/13 che ha sempre segnato in questa prima parte di campionato, per un totale di 38 marcature, miglior attacco del torneo, come era stato nei due anni passati in cui il boemo aveva allenato i giallorossi: nel 1997/98 la Roma chiuse il campionato – allora a 34 giornate – con 67 segnature, alla pari della Juventus; l’anno seguente Roma primatista solitaria con 69 centri. La macchina del gol giallorossa si era gia’ messa in moto lo scorso campionato, nonostante la sfortunata era Luis Enrique: la formazione capitolina va in rete oramai da 18 partite di fila, incluse le ultime due del campionato 2011/12, per 43 reti totali.

 

Si deve tornare indietro fino al 1 maggio scorso, ultima volta ”in bianco” della Roma nel pareggio per 0-0 a Verona contro il Chievo, prossimo avversario domenica.

 

Addirittura, nelle sole gare casalinghe, la Roma non ”digiuna” dal 7 maggio 2011, 0-0 contro il Milan nella gara che assegno’ aritmeticamente lo scudetto ai rossoneri, con allenatore Vincenzo Montella. Da allora, tra Montella, Luis Enrique e Zeman, la Roma segna all’Olimpico da 30 gare ufficiali di fila per 65 marcature complessive. Tornando in specifico alla Roma targata Zeman, l’ultimo digiuno del boemo in giallorosso risale al 9 maggio 1999, sconfitta 0-2 a Piacenza in campionato, l’ultimo 0-0 al 21 febbraio 1999, a Firenze in campionato.

 

In 101 partite ufficiali sono 10 le volte in cui la squadra giallorossa targata Zeman non ha segnato; nelle altre 91 la Roma ha segnato 199 reti, alla media di 1,97 gol a partita. Per fare un paragone con i tecnici piu’ recenti della storia romanista, andando a ritroso nel tempo, la Roma targata Luis Enrique chiuse con 64 gol in 42 partite ufficiali (media 1,52), quella di Montella aveva segnato 22 gol in 16 match ufficiali (media 1,37), quella di Ranieri segno’ 140 reti in 84 gare ufficiali (media 1,67), quella targata Spalletti 414 reti in 224 incontri ufficiali (media 1,85). Analizzando i numeri di Totti con i vari allenatori sopra menzionati, in rapporto percentuale tra gol segnati dalla bandiera giallorossa e dalla squadra, con Zeman il capitano ha segnato 36 dei 199 gol romanisti pari al 18,1%, ma ha fatto decisamente meglio nell’era-Montella (50% dei gol giallorossi portano la sua firma) e nell’era-Spalletti (22,4%). Peggio con Ranieri (14,2%) e, sopratutto con Luis Enrique (12,5%). (A cura di Football Data) (ANSA).

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy