Roma: “magica” e da record, ora tutti la temono

di finconsadmin

Varcare i confini nazionali, conquistare l’Europa, non solo grazie alla qualificazione alla Champions League. L’impero romano ricostruito da Rudi Garcia punta ad entrare nella storia dalla porta principale. Dopo aver centrato il record assoluto in Italia di vittorie consecutive in avvio di campionato (10/10), la squadra del tecnico francese ha nel mirino il primato continentale detenuto dal Tottenham di Bill Nicholson, che nella stagione 1960/61 vinse tutte le prime 11 gare della Premier inglese aggiudicandosi alla fine titolo ed Fa Cup. Nessuno, nemmeno top club come Real Madrid, Barcellona, Manchester United o Bayern Monaco, e’ mai riuscito ad eguagliare quell’incredibile partenza sprint degli Hotspur che ancora oggi viene celebrata a White Hart Lane con un busto in bronzo dedicato a Nicholson.

 

Per riuscire nell‘impresa la Roma dovra’ battere domenica sera il Torino, avversario messo nel mirino da Garcia ancor prima di superare il Chievo. Il francese, infatti, temendo festeggiamenti eccessivi da parte della rosa ha tenuto tutti a cena all’Olimpico e questa mattina ha guidato l’allenamento a Trigoria (con all’esterno del centro sportivo un centinaio di tifosi in festa) per preparare al meglio la trasferta piemontese. Insomma, nessuna distrazione, massima attenzione e cura ai dettagli perche’, secondo l‘allenatore: “Possono cambiare un risultato o una stagione intera. E’ difficile prevedere il futuro, pero’ si puo’ anticipare al massimo”. Anche senza l’aiuto di quei maghi che, secondo alcune voci circolate nella Capitale, la Roma avrebbe messo a busta paga per vincere a piu’ non posso. L’originale supposizione, pero’, ha scatenato l’ironia dei tifosi romanisti, compreso il presidente James Pallotta che su Twitter non si e’ fatto mancare una battuta sull’argomento: “Hanno svelato il nostro segreto: abbiamo 5 maghi, 4 stregoni, 3 veggenti, 2 ciarlatani e 1 giullare di corte”.

 

In realta’, Garcia farebbe volentieri a meno di un presunto mago pur di riavere indietro Gervinho che ancora non e’ tornato ad allenarsi in gruppo ed e’ out per Torino. L’assenza dell’ivoriano, assieme a quella di Totti, ridurra’ al minimo le alternative offensive (Florenzi tornera’ titolare con Marquinho in panchina), mentre in difesa il rientro di Maicon dalla squalifica fara’ il paio con lo stop di un turno inflitto a Castan dal giudice sportivo. Al fianco di Benatia, vero leader del reparto arretrato (“non possiamo piu’ mollare, la serie continua” le sue parole dopo il match col Chievo), ci sara’ quindi spazio per Burdisso, mentre sulle fasce agiranno Maicon e Balzaretti (out Torosids e Dodo’). Tra i pali confermatissimo De Sanctis, a caccia del record di imbattibilita’ in giallorosso detenuto da Ivan Pelizzoli con 774 minuti (stagione 2003-04). Per sperare di superarlo (mancano 93′) dovra’ pero’ mantenere inviolata la porta anche col Torino.

 

Fonte: ANSA

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy